menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Facebook Cesena Fc

Foto Facebook Cesena Fc

Partenza a razzo del Cesena, i bianconeri a valanga sul Mantova

Partenza a razzo con i gol di Steffè e Capanni nei primi minuti, chiude il match nella ripresa Russini. Il poker è un'autorete dei padroni di casa

Un Cesena micidiale e cinico batte 4-0 a domicilio il Mantova, una vittoria che conferma le ambizioni playoff della squadra di Viali che prosegue la striscia positiva e sale a 25 punti in classificia (sesto posto). Partenza a razzo dei bianconeri con i gol di Steffè e Capanni nei primi minuti, chiude il match nella ripresa Russini, entrato nel secondo tempo, ma c'è anche il poker allo scadere con l'autogol di Zanandrea.

Si gioca in uno stadio "Martelli" avvolto dalla nebbia, prima del fischio d'inizio un minuto di raccoglimento in memoria di Paolo Rossi. Al 12esimo i bianconeri passano in vantaggio: cross dalla sinistra di Favale e colpo di testa vincente di Steffè. Una partenza a razzo con il Cesena che raddoppia al 17esimo con un tiro dalla distanza di Capanni che batte Tozzo. La reazione del Mantova è rabbiosa, Nardi è miracoloso sul colpo di testa di Ganz, poi i virgiliani trovano anche il gol ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Al 29esima il Mantova sciupa una clamorosa occasione con Guccione che a pochi passi da Nardi spara alto. Al 37esimo Gonnelli è costretto ad abbandonare il campo, al suo posto entra Ricci. I bianconeri portano un prezioso 2-0 all'intervallo, tra una nebbia sempre più fitta. 

Il Mantova ricomincia la ripresa continuando a spingere alla ricerca del gol. All'ottavo minuto Viali richiama Capanni e Koffi e inserisce Russini e Zecca. Mantova in forcing nel secondo tempo, al 20esimo Di Molfetta ci prova da fuori area ma il suo tiro si spegne a lato. Al 24esimo i virgiliani vicinissimi al gol, Ciofi evita un gol già fatto salvando sulla linea di porta una conclusione di Ganz. I bianconeri resistono agli attacchi dei padroni di casa e al 28esimo chiudono la partita con Russini. Il numero 10 bianconero sfrutta un errore clamoroso di Esposito che sbaglia l'appoggio per il suo portiere, e insacca in rete il 3-0. Nell'ultimo quarto d'ora c'è spazio anche per Nanni e Capellini al posto di Bortolussi ed Ardizzone. Al 42esimo il Cesena sfiora il poker, Tozzo in uscita calcia addosso ad un compagno di squadra e sfiora l'autogol. Poker che arriva al 45esimo grazie con un maldestro autogol di Zanandrea sugli sviluppi di un calcio di punizione di Petermann. E' l'ultima emozione della partita, tre punti d'oro per il Cavalluccio che bissano la vittoria contro il Legnago.

Mantova: Tozzo; Esposito, Checchi, Zanandrea, Panizzi; Guccione, Lucas Felippe, Gerbaudo, Di Molfetta; Vano, Ganz. All. Garzon.

Cesena: Nardi; Ciofi, Gonnelli, Maddaloni, Favale; Ardizzone, Petermann, Steffè; Capanni, Bortolussi, Koffi. All. Viali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento