I sommelier premiano con le prestigiose “quattro viti” una cantina di Roncofreddo

Riceve il plauso degli esperti un vino rosso fermentato in anfora, ma si distingue per il rapporto qualità/prezzo anche una produzione delle colline cesenati

Sono 14 le cantine della Romagna che hanno ottenuto le “quattro viti”, il massimo punteggio attribuito dai sommelier Ais (Associazione italiana sommelier) nella guida nazionale Vitae 2021. Una in più rispetto allo scorso anno a testimonianza di una asticella dell’eccellenza che si alza sempre di più in tutte le latitudini, da Imola al riminese. E una delle cantine premiate appartiene al territorio cesenate.

Se la Romagna si conferma terra di rossi con il Sangiovese nella versione Superiore e Riserva (7 vini top), la novità è il consolidamento della Albana di Romagna, il vitigno bianco autoctono per eccellenza della nostra terra, che si porta a casa una cinquina nella versione secco (3) e passito (2). E a riprova di una rinascita degli autoctoni, ecco a Roncofreddo anche un “Centesimino”, risultato impensabile fino a qualche anno fa. Chiude il panorama un vitigno internazionale, il Cabernet, l’unico premiato del gruppo. Complessivamente sono 78 le aziende della Romagna presenti in guida per un totale di 369 vini degustati, Coordinatore della guida Vitae per la Romagna è Vitaliano Marchi, sommelier di Ais Romagna.

Tornando alle "quattro viti", nel territorio di Cesena viene premiato "A" 2019, una produzione di Villa Venti (Roncofreddo), un vino rosso ottenuto dalla fermentazione in anfora georgiana (Kvevri) di uve Centesimino. La Guida Vitae dell'Ais però assegna anche altri due riconoscimenti: Coup de Coer (i vini emozionali) e il rapporto qualità/prezzo. Ed è proprio per il rapporto qualità/prezzo che viene premiato il Romagna Albana Secco 2019 della cantina Zavalloni di Madonna dell'Ulivo (Cesena).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento