Il romagnolo quotidiano: 5 espressioni dialettali di tutti i giorni

Moltissimi di noi le usano senza nemmeno rendersene conto: ecco 5 espressioni dialettali (+ una "bonus") tipiche della Romagna che non siamo ancora pronti ad abbandonare!

Spesso non ci facciamo caso, perché siamo abituati a sentire spesso queste parole, o a non trovarle particolarmente inusuali, ma senza dubbio basta spostarsi un poco più a sud di Rimini, o un po' più a nord di Faenza, per rischiare lo "shock culturale": ecco 5 espressioni dialettali (+ una "bonus") tipiche della Romagna che non siamo ancora pronti ad abbandonare!

1. Ma va là!

Espressione praticamente universale, che funziona benissimo quando vuoi rispondere "figurati!" a chi ti ringrazia, o per esprimere scetticismo a una notizia, ma anche per rispondere negativamente a una dichiarazione o a un'espressione di dubbio. Se si toglie il "ma" iniziale, invece, diventa un'esortazione, un "per favore": "Passami le forbici, va là".

2. Ciò

Spesso preceduto da un liberatorio "Uei", il termine "cio", come "ma va là", è un'espressione piuttosto diffusa e spesso è espressione di impotenza e di incapacità di rispondere o proporre un'alternativa, non solo perché non si hanno le parole, ma anche in tono un po' sarcastico perché la risposta è abbastanza evidente. Qualcuno ti chiede un favore a cui non puoi sottrarti ma che ti mette in difficoltà? Un bel "uei, cio..." è il modo perfetto per fargli capire che acconsentire ti crea un problema, ma che non puoi evitare di dire di sì. 

3. Pìda

Insieme a cappelletti e ragù, la piadina (qualunque sia la farcitura) è pasto universale del romagnolo d.o.c. Ma chiamarla con la terminologia romagnola è tutta un'altra cosa, vero?

4. Patàca

Tutti ne conosciamo uno, o almeno una volta nella vita abbiamo dovuto affrontare la dura realtà che il patàca siamo stati noi. Il famigerato "momento del patàca" è proprio quella circostanza in cui, per distrazione, fatalità o scarsa intelligenza, ci si ritrova a fare qualcosa di stupido, di cui non ci si rende conto sul momento. 

5. Fata ròba

In Romagna se ne sentono sempre di tutti i colori, e "fata ròba" è sempre la risposta giusta per esprimere sorpresa, ma anche una benevola sconsolatezza.

Bonus: Fata...

Ci sono anche altre parole, che si accompagnano a "fata", spesso per descrivere una persona noiosa e fastidiosa in modo non proprio "signorile"... senza dubbio conoscete anche queste!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E adesso continuate voi! Commentate sulla nostra pagina Facebook con le epressioni romagnole che usate più di frequente! --> https://www.facebook.com/cesenatoday/posts/3384700504942151

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Due anni di scavi per far emergere un pezzo di storia, anche il campo militare che ospitò Cesare

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

  • Lavori completati, riapre il supermercato: 700 metri quadrati, darà lavoro a 19 persone

  • Positiva una bambina di prima elementare, in quarantena 19 alunni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento