Facebook, rivoluzione nell'algoritmo: meno spazio alle notizie, più ad amici e parenti

Cambio radicale in vista per l’algoritmo di Facebook. Secondo quanto dichiarato dallo stesso Ceo Mark Zuckerberg, infatti, il social network più diffuso del mondo con circa 2 miliardi di iscritti sta per “tornare alle origini”

Cambio radicale in vista per l’algoritmo di Facebook. Secondo quanto dichiarato dallo stesso Ceo Mark Zuckerberg, infatti, il social network più diffuso del mondo con circa 2 miliardi di iscritti sta per “tornare alle origini”: con le nuove modifiche all’algoritmo, infatti, verranno valorizzati maggiormente i post degli amici o famigliari, piuttosto che quelli delle pagine. In questo modo verrà limitata nella propria bacheca la possibilità di vedere news o pubblicità che esse siano, compresi però anche molti contenuti virali come video, “meme” e altro.

Il problema nasce dal fatto che le pagine sono state invase da post sponsorizzati, fake news e pubblicità varia, il ché ha contribuito ad abbassare notevolmente l’interazione tra l’utente e i propri amici, aumentando invece la discussione all’interno delle pagine, molte delle quali ‘vivono’ grazie alle notizie false o contenuti virali. Secondo Zuckerberg, però, “il vero valore di Facebook sono gli utenti”: che come è ovvio preferiscono svagarsi guardando gli aggiornamenti di stato o le foto di una festa o mangiata tra amici piuttosto che una notizia di cronaca a volte anche falsa, un contenuto pubblicitario o un simpatico video proveniente dall’altra parte del pianeta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento