rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
social Cesenatico

Ecco le "vere" carte romagnole per il Marafone disegnate da due giovani cugini: lanciano la raccolta fondi per stamparle

Mattia e Daniele Prati, due giovani cugini di Cesena e Cesenatico, hanno ridisegnato le carte da gioco romagnole con i personaggi che hanno lasciato un segno importante nella storia della Romagna

'Busso striscio volo', si chiamano così le carte da gioco romagnole disegnate da due giovani cugini che hanno unito la passione per il Marafone e per la storia della Romagna alla loro creatività, ma anche capacità di grafici e designer. Mattia e Daniele Prati, due cugini rispettivamente di Cesena e Cesenatico, hanno ridisegnato le carte da gioco romagnole con i personaggi che hanno lasciato un segno importante nella storia della Romagna. Ora attraverso la piattaforma Kickstarter hanno lanciato una raccolta fondi che ha bisogno di una scintilla, lo scopo è mandare in stampa le 'romagnolissime' carte da gioco.

"Ogni tradizione è iniziata come una novità", il motto dei dui cugini. Busso Striscio Volo, le carte prendono il nome dalle uniche tre parole concesse a ogni giocatore di marafone, il più famoso gioco di carte in Romagna che è tradizionalmente giocato con le carte regionali romagnole. "Non tutti sanno però che le carte regionali, romagnole e non solo, nascono da una tradizione di origine spagnola e sono state “regionalizzate” grazie al tempo e alla disponibilità limitata di alternative", spiegano i due cugini che vogliono portare a termine il loro progetto. "Perché le carte romagnole non potevano essere più romagnole? Così ci siamo fatti il 'mazzo' per fare un vero mazzo di carte romagnole, per il marafone e non solo". 

Le stagioni della storia

Mattia e Daniele hanno studiato la storia, gli usi e i costumi della Romagna individuando un corpus di storie e personaggi che ora sono raccontati dalle illustrazioni sulle carte. 

"Abbiamo individuato i quattro periodi più importanti in tutta la storia della Romagna e abbiamo assegnato uno dei quattro semi a ognuno. In questo modo ogni seme racconta una parte della storia di Romagna e le lisce, le figure e i pezzi della cricca interpretano le storie, i fatti e i personaggi che hanno caratterizzato quell’epoca storica. Ogni figura delle carte è un personaggio storico realmente esistito e che ha compiuto grandi gesta in Romagna. Inoltre a ogni seme è abbinata anche una delle quattro stagioni e questo determina, ad esempio, la palette colori e i dettagli delle illustrazioni".

Coppe: Tardo Medioevo e Rinascimento, Primavera, Fante: Cesare Borgia, Cavallo: Sigismondo Pandolfo Malatesta, Regina: Caterina Sforza. Bastoni: Risorgimento, Autunno, Fante: Giuseppe "Lazzarino" Afflitti, Cavallo: Don Giovanni Verità, Re: Stefano "Il Passatore" Pelloni. Spade: Alto Medioevo, Inverno, Fante: Severino Boezio, Cavallo: Odoacre Re: Teodorico il Grande. Denari: Antica Roma, Estate, Fante: Milite romano Legio XIII, Cavallo: Centurione della Gemini, Re: Giulio Cesare.

La campagna di crowdfunding è stata lanciata la notte di Halloween sulla piattaforma Kickstarter, fino ad ora sono stati raccolti quasi 500 euro, ma ne servono 7000 per stampare il mazzo di carte creato dai due giovani cesenati.

Qui la campagna di crowdfunding https://www.kickstarter.com/projects/danieleprati/busso-striscio-volo-new-regional-romagnole-playing-cards

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco le "vere" carte romagnole per il Marafone disegnate da due giovani cugini: lanciano la raccolta fondi per stamparle

CesenaToday è in caricamento