Lunedì, 21 Giugno 2021
social

Il dolce della tradizione romagnola per svuotare la dispensa: i segreti del 'bustrengo'

Le massaie romagnole custodiscono in  molti casi alcuni ingredienti segreti, ma una delle ricette più famose è proprio quella di Borghi, che include, addirittura, 32 ingredienti

Un dolce che serviva a 'svuotare' la dispensa, tipico delle colline cesenati. E' il bustrengo, in dialetto 'bustreng', protagonista di una sagra che si svolge a maggio, nel piccolo comune romagnolo di Borghi. La sua origine affonda nella tradizione povera, quando si utilizzava quello che c'era in casa per cucinare ed i sapori erano semplici. In realtà questo dolce racchiude un gran numero di ingredienti, che varia a seconda delle ricette e delle disponibilità di ogni famiglia. 

Le massaie romagnole custodiscono in  molti casi alcuni ingredienti segreti, ma una delle ricette più famose è proprio quella di Borghi, che include, addirittura, 32 ingredienti, di cui però solo una ventina sono di dominio pubblico. Questo dolce di riciclo si preparava soprattutto nei mesi più freddi, servito magari con un bicchiere di vino dolce o passito.  Vi proponiamo una ricetta base.

INGREDIENTI:
100 gr. di farina di mais
200 gr. di farina bianca
200 gr. di zucchero o miele
3 uova
1/2 litro di latte
100 gr. di pangrattato
100 gr. di uva passa
100 gr. di fichi secchi 
1 limone (scorza)
1 arancia (scorza)
2 mele 
1/2 bicchiere di olio extravergine d’oliva 
1 cucchiaino di sale

Preriscaldare il forno a 170 gradi. Mescolare le due farine, lo zucchero, il pangrattato, il sale, le uova e l'olio, amalgamando con il latte. Una volta che l'impasto sarà liscio, unire mele e fichi tagliati a pezzetti, l'uvetta  e le scorze grattugiate  di arancia e limone. Ungere una teglia da forno con olio e versare il composto. Infornare per circa 50/60 minuti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dolce della tradizione romagnola per svuotare la dispensa: i segreti del 'bustrengo'

CesenaToday è in caricamento