social

Le tradizioni di San Giovanni: da archeologo ad artigiano di fischietti, da Cesena fino all'Austria

Alla fiera di San Giovanni, non manca mai, dal 2012, il cesenate, ora austriaco d'adozione, Fabiano Sportelli, artigiano 43enne che ha fatto della creazione di fischietti in terracotta il suo mestiere

Fabiano Sportelli

Per i cittadini di Cesena si avvicina una delle feste più sentite dell'anno, quella di San Giovanni, patrono della città. A questa festa si accostano una serie di tradizioni dalle origini antiche e rituali, tra le quali quella dei fischietti, che oggi si trovano nella versione rossa di zucchero o in quella di origini più antiche, in terracotta.

Il fischietto, nonostante una delle credenze più diffuse sia quella che venisse usato per scacciare le streghe, ha originini molto antiche, come oggetto rituale, presente il tutte le fiere e sagre.

I fischietti di terracotta, storia di un artigiano

 Alla fiera di San Giovanni, non manca mai, dal 2012, il cesenate, ora austriaco d'adozione, Fabiano Sportelli, artigiano 43enne che ha fatto della creazione di fischietti in terracotta il suo mestiere. Cresciuto a San Zaccaria, ha poi studiato archeologia, lavorando per anni negli scavi. E' approdato al mondo dei fischietti, facendo attività con le scuole e suonando musica con 'La pneumatica Emilano-Romagnola', giudata da Stefano Zuffi, musicista e musicologo: “ Fu lui che mi diede l'idea dei laboratori nelle scuole per costruire fischietti con i bambini – racconta Sportelli – , pian piano ho iniziato a costruirli anche io, regalandone uno per Natale a Zuffi, che apprezzò molto e mi disse che ero pronto per la biennale, con mio grande stupore”.

L'artigiano ha seguito il consiglio ed ha ricevuto 3 menzioni per i suoi fischietti alla Biennale dedicata a questo mondo a Canove di Roana in provincia di Vicenza, nel 2011. “Ho cominciato poi a partecipare a fiere, persino Tonino Guerra, grande collezionista di questi oggetti, ha comprato i miei fischietti – ricorda Sportelli -, ma la svolta è stata con il trasferimento in Austria, insieme alla mia compagna tedesca che viveva a Vienna. Qui ho dovuto scegliere cosa fare ed ho deciso di provare a vendere le mie creazioni nel mercatino di Natale di Vienna. E' andata benissimo”.

Così è nata, prima la passione, che poi si è trasformata in lavoro, di Sportelli, che ora fa mercati tra Germania, Austria e Repubblica Ceca, nel circuito delle ceramiche e torna a 'casa' per la fiera di San Giovanni, appuntamento fisso nella sua città natale. Nel 2012 e 2013 Cesena ha messo in mostra le ceramiche sonore, sia recenti che antiche in un evento, proposto da Sportelli, 'Ti faccio un fischio', corredato da eventi musicali e conferenze di musicologi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le tradizioni di San Giovanni: da archeologo ad artigiano di fischietti, da Cesena fino all'Austria

CesenaToday è in caricamento