Sbloccati i fondi per l’edilizia scolastica: tutti gli interventi previsti nel Cesenate

"La buona notizia arriva dalla Conferenza Stato-Regioni in cui si è raggiunto un accordo che conferma la bontà delle scelte passate", afferma Di Maio

Sbloccati i fondi per l’edilizia scolastica che da mesi erano tenuti nel congelatore. A darne la notizia è il deputato Marco Di Maio, che parla di "vittoria per l’opposizione e in particolare per il sottoscritto: da mesi, infatti, abbiamo messo in evidenza (con due interrogazioni e numerosi interventi) il blocco dei finanziamenti che erano stati stanziati dal precedente governo e che una interpretazione inutilmente restrittiva di una sentenza della Corte costituzionale da parte del ministero aveva fermato. Provocando un danno in termini di tempo e incertezza di bilancio per molti territori, anche in Romagna. Per la Romagna si tratta di si tratta di oltre 20 milioni di euro che potranno entrare, così, nella programmazione delle amministrazioni".

"La buona notizia arriva dalla Conferenza Stato-Regioni in cui si è raggiunto un accordo che conferma la bontà delle scelte passate e che ribadisce come non servisse una nuova legge, ma che fosse solo un problema di volontà politica - conclude Di Maio -. E’ la dimostrazione che un’opposizione costruttiva e non pregiudiziale è utile al Paese e talvolta persino al Governo; questi soldi sono il frutto di scelte che vengono dal passato e che vanno incontro alle esigenze di molti territori.Ora si proceda speditamente verso l’apertura dei cantieri così a lungo attesi da amministratori e cittadini".

Nel Cesenate sono numerosi i comuni coinvolti con importi anche rilevanti. Roncofreddo (308mila euro, scuola primaria “Mariani”), Gatteo (850mila euro per le scuole primarie “Moretti” e d’infanzia “Girasole), Montiano (500mila euro per la scuola dell’infanzia “Le Colline”), Mercato Saraceno (688mila euro, scuola primaria “Ricchi”), Cesena (1,2 milioni di euro per la scuola primaria “Munari”), Cesenatico (4,8 milioni per la nuova scuola elementare di Viale Torino), San Mauro Pascoli (185mila euro per la scuola elementare “Montessori”), Borghi (600mila euro per la scuola d’infanzia di Borghi), Sarsina (223mila euro per interventi in quattro scuole), Savignano sul Rubicone (800mila euro per la scuola secondaria di primo grado “Giulio Cesare”). Per un totale di investimenti che rischiano di bloccarsi di poco più di 10 milioni di euro.

"Si tratta di risorse che sono il frutto di scelte che vanno incontro alle esigenze di molti territori - spiega il consigliere regionale Lia Montalti -. Da tempo l’impegno della Regione in sinergia con gli amministratori locali è volto a valorizzare la sicurezza e l’affidabilità degli edifici scolastici. Un risultato raggiunto grazie anche al costante lavoro portato avanti dai parlamentari Pd, per il nostro territorio dal deputato Di Maio. Ora è necessario velocizzare ora l’apertura dei cantieri attesi a lungo da amministratori e cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento