Cantiere bloccato davanti alla scuola, disagi in vista per scuolabus e centinaia di famiglie

"Noi avevamo fatto i calcoli giusti per finire l'intervento entro l'inizio della scuola", spiega Maura Miserocchi, assessore ai lavori pubblici del Comune di Cesena

Dovevano essere lavori veloci di ripristino dell'acciottolato nell'area antistante San Domenico, e invece, dopo aver ritrovato alcuni reperti archeologici ritenuti interessanti dalla Sovrintendenza, l'acciottolato è ancora tutto sottosopra e la piazza è recintata con transenne. Peccato che da quella piazza dal 17 settembre  dovranno accedere varie centinaia di ragazzini (tra elementari e scuole medie) e molti di loro provengono da zone non raggiungibili a piedi dal centro. Per non parlare degli scuolabus, che sono di solito tre e che, portando avanti e indietro gli studenti, parcheggiavano all'interno della piazza anche perché, tra l'altro, hanno la responsabilità dei passeggeri. 

Per i genitori degli studenti che frequentano le  scuole medie i disagi, forse, saranno minori perché molti di loro sono autorizzati ad andare a scuola da soli e a uscire da soli. Chi abita  lontano dal centro ed era abituato a venirli a prendere in auto, quindi, potrà parcheggiare più lontano e attenderli lì. Ma gli scolari delle elementari - che hanno l'obbligo di essere sia accompagnati che ripresi all'uscita da un genitore - avranno qualche problema in più. Prevedibili, infatti, i disagi di chi ha i minuti contati (perché deve andare a lavoro) e non potrà più utilizzare i parcheggi all'interno della piazza per accompagnare o andare a riprendere il figlio.  

"Noi avevamo fatto i calcoli giusti per finire l'intervento entro l'inizio della scuola - spiega Maura Miserocchi, assessore ai lavori pubblici del Comune di Cesena - ma l'aver trovato dei reperti archeologici ha destato l'immediato interesse della Sovrintendenza che farà procedere il cantiere con cautela". Come quantificare la parola 'cautela' è difficile, per ora non si sa se si tratterà di settimane in più o addirittura mesi. Martedì mattina, comunque, il cantiere era deserto e la scuola inizia tra una ventina di giorni. Per quanto riguarda i reperti ritrovati si tratta  di suppellettili di terracotta, di monete, e il resto di una struttura.  Ricordiamo che la Chiesa  di San Domenico, terminata nel 1772 è stata eretta sui resti di un precedente luogo sacro di cui restano, a lato, due  pregevoli chiostri con i locali adiacenti adibiti a scuola media.  La speranza di molti genitori, ovviamente, è che facciano presto a recuperare i reperti e che la piazza sia resa agibile quanto prima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento