Gambettola, inaugurato il decimo anno della "Scuola della Cartapesta"

La scuola è nata nell’anno 2009 grazie alla volontà dell’Associazione Gambettola Eventi, al sostegno del Comune di Gambettola e alla collaborazione dell’Istituto Comprensivo della città romagnola

Sabato a Gambettola alla Bottega del Carnevale è stato inaugurato "Una scuola X per le Mani", il decimo anno della "Scuola della Cartapesta". La scuola, la prima ed unica scuola stabile per la cartapesta nella Regione Emilia-Romagna, nata nell’anno 2009 grazie alla volontà dell’Associazione Gambettola Eventi, al sostegno del Comune di Gambettola e alla collaborazione dell’Istituto Comprensivo della città romagnola, inizia con questo il suo decimo anno di attività. Al consueto appuntamento del mercoledì sera, in cui la scuola rimane aperta per il corso dedicato alla fascia di età adulti, per il nuovo anno si aggiunge un secondo appuntamento: ogni venerdì pomeriggio, a partire dalle 16.30, la scuola rimarrà aperta fino a sera per accogliere i bambini e bambine che desiderino mettere le mani “in pasta” e condividere insieme ad un gruppo una esperienza ludico-creativa.

L’obbiettivo della "Scuola della cartapesta", che coincide con il suo contenuto principale, è la trasmissione della conoscenza relativa alla manipolazione della cartapesta e delle tecniche affini. Attraverso un’attività didattica che stimola la creatività, l’immaginazione e le risposte creative autonome, siano esse individuali che di gruppo. La partecipazione ai laboratori di cartapesta, se da un lato intende far scaturire la scintilla di una passione, dall’altro trasmette l’acquisizione di uno strumento importante: lo sviluppo della propria abilità manuale e, di conseguenza, contribuisce ad accrescere l’autostima nell’imparare ad avvalersi delle mani come una risorsa personale.

Oltre alla cartapesta, l’attività didattica della Scuola della cartapesta è indirizzata alla formazione degli insegnanti di ogni ordine di scuola e grado, con un corso di aggiornamento specifico sul "Linguaggio visivo", organizzato attraverso un’attività di formazione teorico e pratica che include gli strumenti utili all’acquisizione, da parte degli insegnanti e la successiva trasmissione ed applicazione pratica.  Nei nove anni finora trascorsi, la "Scuola della cartapesta" ha svolto principalmente la sua attività all’interno dell’istituto scolastico, attivando dei laboratori con le classi primarie e secondarie di primo grado cui si sono aggiunti, nel 2014, le sezioni dei cinque anni delle quattro scuole dell’Infanzia. Tali laboratori si sono svolti in due modalità: direttamente nelle classi aderenti al progetto all’interno dell’orario scolastico e connessi al curricolo didattico, e nel laboratorio extrascolastico pomeridiano. Quest’ultimo a partire dal 2013.

Ogni anno, a conclusione delle attività dei laboratori didattico-educativi, con le finalità di rendere visibile e di promuovere verso la cittadinanza il lavoro svolto dagli alunni e dalle alunne durante i laboratori, si tiene la mostra CartaDidattica, allestita nella Sala Fellini della Biblioteca Comunale in concomitanza con l’edizione del Carnevale. La mostra è concepita come una estensione dell’attività didattica. Per cui, oltre all’esposizione dei manufatti realizzati, è prevista l’organizzazione di una serie di attività collaterali, quali visite guidate e presentazioni specifiche, con il coinvolgimento e la partecipazione degli insegnanti e dei ragazzi/e. A dimostrazione della volontà di portare l'esperienza creativa della Scuola della cartapesta di Gambettola oltre i confini del proprio territorio di nascita, l'azione della Scuola ha vissuto, nell'arco di questi ultimi nove anni, delle derive territoriali, a livello provinciale e oltre.

Negli anni 2011 e 2012 sono state realizzate due edizioni del laboratorio di cartapesta RiCreAzione, realizzato in collaborazione con l'amministrazione comunale e la drezione didattica di Mercato Saraceno. La seconda edizione di questo laboratorio è stata presentata all’interno dell’undicesima "Mostra del Libro", manifestazione a carattere biennale organizzata dal Comune e dall’Istituto Comprensivo di questa città. Nel 2013, a Santarcangelo di Romagna, è stato portato a termine il progetto cartAbile. Realizzato in collaborazione con la Cooperativa Akkanto, da anni impegnata nel sostegno alle persone diversamente abili. Nei mesi di giugno ad agosto del 2014, l'esperienza della Scuola è stata ospite, insieme agli elaborati creati dai bambini e dai ragazzi durante il quinto anno di attività, all'interno della mostra Metamuseum of Second Lifestyle che si è svolta a Forlì, a Palazzo Albertini.

Dal 2016 al 2018, la Scuola della cartapesta è stata presente con dei laboratori didattici all’interno dell’iniziativa fieristica Sono Romagnolo. Presenza che è culminata con una mostra antologica dei manufatti in cartapesta degli ultimi 9 anni che è stata allestita nell’edizione 2018, a Cesenafiera. Nel 2017 sono stati organizzati dei laboratori per l’intero plesso scolastico (Scuola Primaria e Secondaria di primo grado) di Sant’Angelo in Pontano, nell’ambito di un progetto di solidarietà tra il Comune di Gambettola ed il Comune marchigiano colpito dal terremoto. Nel 2018, la Scuola della cartapesta ha tenuto, al quinto Circolo di Cesena, il laboratorio "C’era una volta…. una bottega di carta." Relativamente alle utenze, la Scuola ha coinvolto, negli ultimi nove anni, 2.500 alunni circa, 735 nel solo periodo 2015/2018, nei diversi laboratori e varie attività svolte, a Gambettola e oltre, per un totale di 641 ore nello stesso periodo di tre anni. Lungo questo percorso fin cui compiuto, la Scuola ha trovato l’interesse di aziende e attività produttive del territorio che hanno aderito e sostenuto il progetto didattico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento