Uova crude e carni poco cotte vietate: anche Cesenatico adotta le misure anti-salmonella

L’Unità di Igiene degli Alimenti e Nutrizione ha segnalato come la stagione estiva sia il periodo più a rischio di insorgenza di focolai di tossinfezione

Il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli anche quest’anno ha firmato l’ordinanza che vieta a ristoranti e mense del Comune di Cesenatico di preparare e vendere cibi contenenti uova crude e carni che non siano state adeguatamente cotte. Si tratta di una consuetudine adottata dal Comune già da alcuni anni grazie alla quale si è notato una progressiva riduzione degli episodi di intossicazione legati al consumo di alimenti a rischio. 

L’Unità di Igiene degli Alimenti e Nutrizione del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Asl ha, infatti, segnalato come la stagione estiva, a causa delle alte temperature ambientali, sia il periodo più a rischio di insorgenza di focolai di tossinfezione. Per tutta l’estate quindi, fino al 30 settembre, i locali pubblici avranno l’obbligo di ottemperare alle direttive stabilite dall’ordinanza, al fine di non recare danni alla salute dei loro clienti dovranno somministrare cibi non rischiosi.

L’obiettivo di questo provvedimento è di ridurre il pericolo di casi di intossicazione dati dal consumo di cibi contenenti uova crude e di carni poco cotte. Le indagini svolte infatti hanno messo in evidenza come anche prodotti a base di carne, quali insaccati (salsicce e salami), se non correttamente trattati, possano diventare veicolo di trasmissione di tossinfezione alimentare da salmonella.

L’ordinanza che è intesa a tutelare la salute pubblica, soprattutto di categorie fragili quali anziani, bambini sotto i 3 anni di età e immunodepressi, che rappresentano i soggetti più a rischio infezione si rivolge a tutti gli esercizi pubblici, compresi gli esercizi alberghieri e tutti gli esercizi di ospitalità. Le violazioni a tale provvedimento sono perseguite a norma di legge, ai sensi dell’articolo 650 del Codice Penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento