Martedì, 18 Maggio 2021
Salute

Mercato Saraceno, l'amministrazione rassicura: la Radiologia non chiude

Quanto al pericolo paventato della chiusura del servizio di radiologia, "nei numerosi incontri e contatti di diverso tipo, non è mai stata espressa dall’Ausl volontà di chiusura di questo servizio"

L'assessore alle Politiche Sociali, Marika Gusman, è intervenuta in Consiglio comunale in merito al servizio di Radiologia della Casa della Salute Valle Savio. "L'amministrazione comunale è sempre in prima linea per difendere il mantenimento e la qualità dei servizi offerti all’interno della Casa della salute “Valle Savio”, che come sappiamo rivestono un’importanza fondamentale per la salvaguardia della salute delle nostre comunità - afferman Gusman -. Ribadiamo che tutte le volte in cui sono pervenute segnalazioni sul rischio di possibile chiusura di alcuni servizi, siamo entrati immediatamente in contatto con l’Ausl, chiedendo di trovare soluzioni in merito, sottolineando con forza l’importanza del loro mantenimento.

Quanto al pericolo paventato della chiusura del servizio di radiologia, "ad oggi, nei numerosi incontri e contatti di diverso tipo, non è mai stata espressa dall’Ausl volontà di chiusura di questo servizio. Abbiamo comunque richiesto una risposta ufficiale che ci è stata fornita il 9 marzo dal direttore generale Marcello Tonini e da direttore del Distretto Cesena-Valle Savio Righi, nella quale hanno confermato che l’attività di diagnostica strumentale radiologica, presente nella struttura sanitaria di Mercato Saraceno, verrà mantenuta garantendo l’attuale offerta di prestazioni. Hanno evidenziato che le apparecchiature radiologiche sono coperte da un contratto di manutenzione con ditta autorizzata e che pertanto, in caso di guasto, dovranno essere riparate secondo le normali prassi di manutenzione correttiva; lo stesso contratto prevede visite periodiche di manutenzione preventiva".

"Hanno evidenziato inoltre che, da giugno, la struttura è stata dotata di un ecografo nuovo molto più performante rispetto a quello precedente e che è al momento in fase di definizione un progetto, che ha lo scopo di ottimizzare la presenza del medico radiologo, prevedendo di incrementare le prestazioni ecografiche (sempre più richieste) e di mantenere, al contempo, l'offerta attuale di prestazioni radiologiche - chiosa l'assessore -. In un’ottica di ulteriore miglioramento dei servizi, è stato richiesto diverse volte un rinnovamento tecnologico del servizio di radiologia, e da ultimo il sindaco, martedì scorso, ha ulteriormente ribadito la richiesta durante il Comitato Consultivo Misto dell’Ausl (che, per chi non lo sapesse, è un organo, che svolge un ruolo di verifica della qualità dei servizi sanitari erogati dalle Ausl, stimolando costantemente il loro miglioramento secondo la prospettiva degli utenti)".

"Dobbiamo comunque informare gli utenti e la cittadinanza, che l’apparecchiatura attualmente in dotazione, ci teniamo a sottolinearlo, è un’apparecchiatura di qualità, valida, regolarmente manutenuta, che garantisce buone prestazioni - chiosa l'assessore -. Come sappiamo, è un servizio utilizzato non solo dall’utenza locale, ma anche da altri Comuni limitrofi e riveste importanza non solo per l’attività ambulatoriale per esterni, ma anche per il Punto di Primo Intervento Territoriale, per il reparto delle gravi disabilità acquisite (12 PL) e per i ricoveri nell’ Ospedale di Comunità, e che quindi difficilmente può essere messo in discussione".

A Mercato Saraceno il servizio di radiologia è organizzato dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 14: viene garantita l'esecuzione di prestazioni con urgenza U con tele-refertazione e consegna tempestiva del referto, quindi per situazioni cliniche che si connotano come urgenti,  e il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì mattina, mantenendo il rispetto dei tempi di attesa, è presente il medico radiologo per prestazioni prenotabili tramite il Cup. "Ci preme inoltre sottolineare che continueremo in modo costante a tenere sotto controllo i livelli di efficienza di questo servizio, fermo restando la pretesa ad una modificazione dell’assetto laddove si dovessero verificare delle problematiche dovute anche al mancato rispetto dei tempi di attesa (7 gg per le urgenze differibili di tipo “B” e 60 giorno per quelle ordinarie)", continua l'assessore.

"La Casa della Salute “Valle Savio” di Mercato Saraceno si collochi in un contesto di buona organizzazione e dotazione di servizi ambulatoriali/domiciliari, ma ribadiamo comunque la nostra attenzione continua e impegno nel preservare i servizi e, laddove possibile, potenziarli - conclude -. Pur rispettando l’impegno e il ruolo della minoranza, ci sentiamo, in questo caso, di esprimere un disappunto.Credo che occorra fare grande attenzione quando si esce sulla stampa con certe affermazioni soprattutto quando r iguardano tematiche delicate e così importanti come la sanità, avendo cura di non creare allarmismi infondati e gratuiti nei confronti  della cittadinanza.Ci sentiamo di rasserenare la nostra comunità sul fatto che non c’è rischio di chiusura di questo servizio e nemmeno degli altri e che garantiamo il nostro massimo impegno nel preservare tutti i nostri servizi e, laddove possibile, implementarli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato Saraceno, l'amministrazione rassicura: la Radiologia non chiude

CesenaToday è in caricamento