Endometriosi, nemica delle donne: se ne parla con le studentesse

Un incontro con le studentesse per capire cos'è l’endometriosi, sia dal punto di vista medico che nei suoi risvolti psicologici

Fa tappa all'istituto tecnico economico "Renato Serra" all'istituto tecnico per geometri "Leonardo da Vinci" "ComprendEndo", il progetto di Ape Onlus nelle Scuole finalizzato all'informazione e prevenzione dell'endometriosi. Sabato la presidente Annalisa Frassineti e le volontarie Annalisa Galante, Barbara Amoroso, Valentina Tosi del Gruppo di Forlì-Cesena-Ravenna dell’ A.P.E. Onlus incontreranno le studentesse delle IV e V classi. Interverranno all’incontro anche Sansavini Silvia, ginecologa, e Letizia Laura, psicologa e psicoterapeuta, che spiegheranno alle giovani partecipanti in cosa consiste l’endometriosi, sia dal punto di vista medico che nei suoi risvolti psicologici, affrontando anche il tema dell’importanza dell’informazione quale arma di prevenzione. Per molti, infatti, è una perfetta sconosciuta, spesso anche per il personale sanitario, eppure colpisce in Italia 3 milioni di donne e nel mondo ben 150 milioni. L’endometriosi sconvolge la vita, provoca sofferenza e paura. Sofferenza perché può occludere le tube, creare aderenze, distorcere gli organi riproduttivi; provocare dolori forti durante il ciclo e l’ovulazione, dolori durante o dopo i rapporti sessuali, dolore pelvico cronico, cistiti ricorrenti, perdite intermestruali, colon irritabile. Paura, perché forse si dovranno subire numerosi interventi. Informare in questo caso è prevenire e intervenire in tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento