Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Zuccatelli nominato in Calabria, Gasparri: "A capo della sanità uno che nega l'utilità delle mascherine"

A parlare è il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, che commenta così la nomina di commissario ad acta della sanità calabrese di Giuseppe Zuccatelli. Lui in una nota ha poi corretto il tiro: "Le mascherine vanno usate"

E poi dicono che dovremmo collaborare con il governo. Dopo aver tenuto in Calabria un commissario alla sanità scelto dal governo Conte, assolutamente incapace e costretto alle dimissioni dopo una figuraccia, Speranza ha scelto un suo compagno di partito per guidare la sanità in Calabria. Si tratta di un tale Zuccatelli, già candidato nel collegio di Cesena al Senato per Liberi e Uguali, il movimento politico a cui appartiene Speranza. Quindi non si sceglie una persona competente e super partes, ma uno del proprio partito, del quale peraltro gira un video nel quale negherebbe l'utilità delle mascherine con delle affermazioni sconcertanti sul virus". 

A parlare è il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, che commenta così la nomina di commissario ad acta della sanità calabrese di Giuseppe Zuccatelli, già consigliere comunale a Cesena durante il mandato Lucchi.

"Siamo di fronte a un governo irresponsabile. Denuncio pubblicamente questa vicenda e chiedo al Presidente della Repubblica di intervenire a tutela della Regione Calabria. Si nomina commissario alla sanità una persona la cui competenza è tutta da dimostrare, che ha  il merito di essere dello stesso partito di Speranza e che avrebbe detto cose sostanzialmente negazioniste sull'uso delle mascherine. Questo è il modo con cui si governa il territorio da parte del governo Conte e del ministro Speranza. Questa è la gente che chiede collaborazione e che usa cariche importanti soltanto per scelte politiche. Una vergogna. Un'offesa per la Calabria. Un pericolo per la salute dei cittadini di quella regione. Ora basta. Basta. Basta. Ho già inviato una interrogazione su questo scandalo" ha concluso Gasparri

Zuccatelli ha voluto spegnere le polemiche, e in una nota ha corretto il tiro: "Le mascherine sono parte della fondamentale strategia di contrasto al Covid-19. Quindi, invito tutti ad utilizzarle, così come a rispettare il distanziamento fisico". Il nuovo commissario alla Sanità ha precisato che "nella prima fase dell'epidemia la comunità scientifica internazionale riteneva che l'uso delle mascherine fosse da riservare ai soli contagiati e ai sanitari. L'esperienza di questi mesi - ha proseguito -  ci ha insegnato che si tratta di un virus per molti versi ancora sconosciuto per evoluzione e modalità di diffusione. Le conoscenze si sono consolidate nel corso dei mesi, in accordo con gli studi scientifici condotti". Quindi, ha concluso Zuccatelli: "Le mie affermazioni errate, estrapolate impropriamente da una conversazione privata e risalgono al primo periodo della diffusione del contagio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zuccatelli nominato in Calabria, Gasparri: "A capo della sanità uno che nega l'utilità delle mascherine"

CesenaToday è in caricamento