menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zuccatelli in Calabria, ma il caso non si spegne: i sindaci si ribellano davanti a Palazzo Chigi

Zuccatelli in Calabria dopo la convalescenza a Cesena, ma i sindaci calabresi si ribellano con una protesta davanti a Palazzo Chigi

E' rientrato in Calabria Giuseppe Zuccatelli, il commissario designato dal governo per il piano di rientro dal deficit sanitario regionale. Al suo arrivo alla stazione ferroviaria di Lamezia Terme (Catanzaro) Zuccatelli, reduce da un periodo di convalescenza a Cesena dopo essere risultato positivo al Covid, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione. In Regione c'e' attesa per le ulteriori scelte da parte del governo, che sta valutando di affiancarlo con un'altra figura, si parla del medico Gino Strada fondatore di Emergency. Zuccatelli al momento e' anche commissario governativo delle aziende ospedaliere di Catanzaro.

Ma i sindaci della Calabria si ribellano alla nomina di Giuseppe Zuccatelli, arrivato dopo le dimissioni di Giuseppe Cotticelli. Al termine di un question time in aula alla Camera, durante il quale il gruppo di Forza Italia ha chiesto la revoca immediata del neo-commissario alla sanita' e la piu' ampia condivisione sulla scelta del successore, il deputato reggino, Francesco Cannizzaro, annuncia che domani alle 12 i sindaci calabresi protesteranno sotto Palazzo Chigi. 

Forza Italia lamenta innanzitutto che al question time non si sia presentato il ministro della Salute Roberto Speranza ma che il Governo abbia mandato il collega ai rapporti con il Parlamento Federico D'Inca' che non ha risposto su Zuccatelli. Al termine della risposta, Cannizzaro dice: "Onorevole ministro D'Inca' io la stimo. Grazie due volte, intanto per esserci e per aver messo la faccia sostituendosi al ministro Speranza, colui che sarebbe dovuto essere qui al suo posto ma evidentemente la risposta alla nostra interrogazione era per lui abbastanza scomoda. Il compitino che le hanno preparato da leggere oggi qui in aula e' veramente imbarazzante, cosi' come imbarazzanti sono tutte le azioni messe in atto dal Governo non solo nei confronti della Calabria ma per l'intero Paese. Lei non ha dato una risposta. La Calabria ha bisogno di una risposta certa e immediata: lo sostituite questo Giuseppe Zuccatelli o no? Lei non ce lo ha detto. La Calabria e' in mobilitazione. Le do' una notizia: domani alle ore 12 sotto Palazzo Chigi lei trovera' per la prima volta nella storia del regionalismo calabrese le fasce tricolori della Calabria perche' i tanti sindaci si mobiliteranno, arriveranno per protestare, per dire fine al commissariamento chiedendo con grande forza la revoca di questo inadeguato Zuccatelli, uomo del ministro Speranza, che e' stato nominato in queste ore suscitando una grande protesta generale come mai e' successo nella nostra Regione". Il deputato di Forza Italia conclude: "Ministro D'Inca', riferisca al ministro della Salute e al presidente Conte che state scherzando veramente con il fuoco. In questo momento in atto ci sono delle proteste pacifiche ma che stanno degenerando. Non dite poi che non ve lo abbiamo detto. Noi ve lo stiamo dicendo in tutte le salse e in qualsiasi sede persino oggi qui al Governo: dateci la possibilita' di condividere un sostituto degno di nome che possa dare finalmente un diritto negato per dieci anni alla Calabria il diritto alla salute". (Agenzia Dire)


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento