Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Vicini apre la campagna elettorale: "Sanità d'eccellenza, ma ora serve una netta discontinuità nella gestione"

Il capolista della lista civica "Bonaccini Presidente" nella provincia di Forlì-Cesena,  alle elezioni regionali del 26 gennaio 2020

"Abbiamo una sanità di eccellenza grazie al lavoro degli operatori: ma sulla gestione aziendale serve una netta discontinuità di cui voglio farmi portavoce e promotore". Claudio Vicini ha riempito oggi, con centinaia di persone. la sala principale di Cesena Fiera per l'apertura della sua campagna elettorale come capolista della lista civica "Bonaccini Presidente" nella provincia di Forlì-Cesena,  alle elezioni regionali del 26 gennaio 2020. Imprenditori, medici, infermieri, pazienti, lavoratori autonomi e dipendenti hanno riempito il salone principale del centro congressi cesenate. per testimoniare il loro sostegno alla candidatura di un professionista di livello internazionale che ha voluto mettere la sua esperienza e la sua competenza al servizio della sanità regionale e come rappresentante di tutto il territorio provinciale.  

"Questa è una Regione all'avanguardia - ha detto Vicini - il nostro sistema sanitario non ha nulla da invidiare a nessuno, anzi, semmai viene presa come modello di riferimento. Non dobbiamo però far finta che non ci siano problemi e lo sanno bene i lavoratori della nostra azienda".  A questo proposito Vicini non ha usato mezzi termini: "Lo dico chiaramente - ha scandito il candidato di Bonaccini - se verrò eletto mi farò promotore di una netta discontinuità con la gestione della nostra azienda. La nostra è una macchina importante, potente, difficile da condurre. Facciamolo fare a Hamilton o Vettel, da chi cioè è veramente una professionalità assoluta. Senza questo, si rischia di andare piano o finire fuori strada. Abbiamo bisogno di un cambio epocale e io mi sono candidato per questo".  La candidatura di Vicini parte per rappresentare il mondo della sanità, come ha dimostrato l'ampia e rappresentativa partecipazione di medici, infermieri, personale amministrativo e pazienti; ma vuole rappresentare tutto il territorio provinciale, e un nuovo modo di interpretare la politica come ha ricordato Piergiuseppe Bertaccini, noto anche come "Sgabanaza", in un intervento molto applaudito.  

"Abbiamo bisogno di una voce autorevole che rappresenti il territorio di Forlì-Cesena in Regione - ha detto l' onorevole Marco Di Maio -, che va oltre gli assurdi campanili territoriali e sappia dialogare con tutti. Claudio Vicini ha dimostrato nella sua luminosa carriera professionale di saperlo fare: rappresenta l'eccellenza del mondo della sanità e la capacità di dar voce in maniera forte ed efficace a tutto il sistema economico, all'associazionismo, al Terzo settore, al mondo della cultura". Competenza, ascolto, eccellenza, ricerca, Medicina in Romagna, sanità digitale vicina sl cittadino, un nuovo e più potente ruolo delle farmacie sul territorio: sono gli ingredienti del programma illustrato da Vicini, che ha potuto contare anche su un intervento di Stefano Bonaccini e l'appoggio diretto di Raoul Casadei. "Siamo orgogliosi e grati di quello che si è fatto fin qui; ma se vogliamo continuare ad essere uno dei territori con la più alta qualità della vita, dobbiamo fare un passo avanti. Io ci metto la faccia, ma con me si candida un'intera squadra di persone che credono in questo territorio e in questo progetto".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicini apre la campagna elettorale: "Sanità d'eccellenza, ma ora serve una netta discontinuità nella gestione"

CesenaToday è in caricamento