Viadotto sequestrato in E45, l'avvocato Enrico Sirotti Gaudenzi: "Altri tratti a rischio"

E' quanto sostiene l'avvocato cesenate Enrico Sirotti Gaudenzi, aggiungendo come la chiusura dell'infrastruttura che si trova subito dopo il valico del Verghereto possa creare "un danno ed un disagio economico sicuramente ingente"

Quello del viadotto Puleto lungo l'E45 al confine tra la Romagna e la Toscana, posto sotto sequestro dalla Procura di Arezzo, non sarebbe l’unico tratto della superstrada Orte-Ravenna "oggi a rischio, ma ritengo francamente che ve ne siano altri". E' quanto sostiene l'avvocato cesenate Enrico Sirotti Gaudenzi, aggiungendo come la chiusura dell'infrastruttura che si trova subito dopo il valico del Verghereto possa creare "un danno ed un disagio economico sicuramente ingente per gli abitanti e le aziende presenti lungo tutto il territorio interessato da questo tratto di strada".

Argomenta Sirotti Gaudenzi: "Già nel mese di settembre 2018 esposi pubblicamente la mia opinione sulle condizioni critiche di alcuni viadotti della E45, ma non fui certo il solo! Parecchi cittadini e politici, infatti, segnalarono costantemente le tante criticità di questa importante arteria. Anche il poliziotto M.Tizzi pubblicò un video che ebbe molto riscontro non solo sui social ma anche in diversi TG (il suo video rappresentava la situazione di alcuni piloni sui quali poggiavano vari viadotti)".

Ad ogni modo da anni ci troviamo ad attraversare parte della superstrada più lunga d’Italia, dopo quella Jonica, caratterizzata, soprattutto nel tratto romagnolo, da buche, cantieri, cambi di carreggiata continui, che hanno sempre fatto intuire come questa arteria necessitasse di un serio intervento di manutenzione - prosegue l'avvocato cesenate -. Fortunatamente, fino ad ora, non vi sono state vittime anche se si legge spesso sugli organi di stampa il verificarsi di incidenti stradali presumibilmente dovuti, in alcuni casi, anche alle condizioni precarie del manto stradale".

"Il mio auspicio è che dopo quello che è accaduto oggi si possano finalmente effettuare verifiche più accurate anche sugli altri viadotti della E45 che attraversano la nostra regione e necessitano presumibilmente di importanti interventi di ripristino.  Intervenire per tempo, infatti, non solo potrebbe evitare la perdita di preziose vite umane, ma anche l’interruzione di un tratto di strada con conseguente disagio per tutti gli utenti", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento