menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viabilità, la Provinciale Sarsinate non sarà inserita nella rete viaria di interesse regionale

"Su un punto vogliamo essere chiari - afferma Pompignoli -. La legge regionale 3/99 ci fornisce lo strumento per perseguire questo obiettivo"

E' stato respinto mercoledì pomeriggio in Assemblea Legislativa l’ordine del giorno del consigliere regionale della Lega Nord Massimiliano Pompignoli che chiedeva l’impegno della Giunta Bonaccini "ad inserire nella rete viaria di interesse regionale la Provinciale 8 Santagatese (rientrante nelle competenze della Provincia di Rimini) e la Provinciale 28 Sarsinate (di competenza della Provincia di Forlì-Cesena)".

“Avremmo potuto cambiare la connotazione di queste due arterie provinciali andandone a elevare la classificazione e lo spettro dei contributi, invece, per logiche ignote e interne a questa maggioranza, non è stato possibile - affermata il promotore dell’atto di indirizzo all’esecutivo regionale, Pompignoli - Le provinciali Santagatese e Sarsinate si configurano come arterie ad alta transitabilità sia per lo sviluppo di un importante polo industriale che per la crescente densità abitativa. Come è noto, le casse vuote delle Province di Forlì Cesena e Rimini ne impediscono un’adeguata e corretta azione manutentiva mettendone a repentaglio la viabilità e lo sviluppo".

"Questa situazione, ormai decennale, avrebbe potuto essere sanata con l’inserimento di entrambe le arterie provinciali nella rete viaria di interesse regionale - sostiene l'esponente del Carroccio -. Così facendo, infatti, la Sarsinate e la Santagatese avrebbero potuto beneficiare di maggiori fondi, erogati direttamente dalla Regione Emilia Romagna, e di un canale preferenziale per il finanziamento di opere strutturali di natura sostanziale. Peccato che non tutti abbiano condiviso il nostro ragionamento. Il partito democratico, per voce del consigliere Giorgio Pruccoli, ha preferito infatti lasciare il mondo come sta e mettere nel cassetto questa importante occasione adducendo peraltro motivazioni pretestuose". "Ma su un punto vogliamo essere chiari - conclude Pompignoli -. La legge regionale 3/99 ci fornisce lo strumento per perseguire questo obiettivo. Non vi era e non vi è quindi alcun motivo valido per rigettare la nostra semplice proposta tanto più che sono gli stessi Sindaci a chiedercelo".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Cesena usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento