Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Vertenza Technogym, il M5S contro il Comune: "Uno schiaffo a chi non avuto le stesse attenzioni"

Il Movimento 5 Stelle di Cesena commenta così il tavolo di confronto aperto lunedì con le organizzazioni sindacali sulla questione Technogym

"La prontezza dell’amministrazione comunale nel rendersi disponibile come parte attiva nel negoziato tra le parti sembra il classico pompiere pronto a spegnere l'incendio". Il Movimento 5 Stelle di Cesena commenta così il tavolo di confronto aperto lunedì con le organizzazioni sindacali sulla questione Technogym. Per i pentastellati si tratta di "uno schiaffo in faccia a tutti i lavoratori che non hanno avuto questa forma di attenzione, come i 30 licenziati di Astercoop, quelli di Artoni, i 20 delocalizzati di Sfir, per non dimenticarsi della vicenda della Cassa di Risparmio di Cesena, dei suoi lavoratori certo, ma anche dei suoi oltre 13mila piccoli azionisti che hanno perso tutto o quasi". "Vogliamo - continuano i pentastellati - che i lavoratori Technogym, operai ma non solo, si sentano partecipi dall’attenzione del territorio nei loro confronti, non meno di quanto lo stesso sia verso l’azienda. In questi anni il M5S di Cesena ha seguito con preoccupazione le vicende legate ai contenziosi fra lavoratori ed azienda, seguendo il lavoro fatto dai sindacati, rilevando una certa tendenza a voler cercare di minimizzare i problemi. Per questo non faremo mancare la nostra attenzione ad un settore si prestigioso per la città, ma anche bisognoso di aiuto rendendoci disponibili ad ascoltare lavoratori ed azienda".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Technogym, il M5S contro il Comune: "Uno schiaffo a chi non avuto le stesse attenzioni"

CesenaToday è in caricamento