Politica

Verso l'emporio solidale, la soddisfazione di Articolo 1 e dei Popolari per Cesena

"Sta finalmente prendendo forma a Cesena la realizzazione di un emporio solidale. Ne siamo contenti e il nostro plauso va all'Amministrazione Comunale ed, in particolare, all’Assessora Labruzzo"

"Sta finalmente prendendo forma a Cesena la realizzazione di un emporio solidale. Ne siamo contenti e il nostro plauso va all'Amministrazione Comunale ed, in particolare, all’Assessora Labruzzo". La soddisfazione di Articolo 1 per il progetto, la location è stata svelata mercoledì, sarà a Torre del Moro.

"Siamo contenti perché si concretizza una delle proposte a noi molto care che con molta chiarezza abbiamo contribuito a scrivere nel programma di mandato del Sindaco. Non si tratta di auto- attribuirsi medagliette , quanto di di presentarci alla città con il nostro volto. noi siamo (anche ) questo.  E.P.I.C.O. (Equo, Partecipato, InClusivo, Eco) sarà l’Emporio della solidarietà. Epico secondo noi è quando l’istituzione pubblica sa allargare, dare senso e forza alla cittadinanza di tutti. E’ una iniziativa, come ribadito in passato, che punta all’aiuto senza cadere nel paternalismo di una assistenza caritatevole, rendendo le persone che si trovano in uno stato di bisogno e di fragilità, parte attiva del processo stesso. verso l’autonomia e l’emancipazione. L’emporio sarà anche l'occasione per creare un luogo di incontro dove poter organizzare con le associazioni corsi ed iniziative rivolte alla cittadinanza, piuttosto che ad utenti specifici.  Ci sembrano del tutto strumentali e occasionali gli attacchi della Lega all’amministrazione comunale. Strumentali e pasticciati: si corre questo rischio quando non si dice in realtà quello che si pensa. E su cosa pensi la Lega quando si parla di solidarietà ed inclusione oramai tutto il Paese lo sa". 

"Questa dell’Emporio - conclude Articolo 1- è anche l’occasione per rilanciare un altro progetto che ci sta molto a cuore che è quello delle Cucine Popolari; da approntare sul bellissimo lavoro di Roberto Morgantini a Bologna per le persone che vivono in situazioni di difficoltà, che sono sole, che vivono troppo spesso la condizione della povertà legata alla solitudine. Temi, quelli della solitudine e della povertà che si sono amplificati in questo anno di pandemia. Le cucine popolari sono una bella realtà variegata, dove le norme sono regolate da parole come condivisione, inclusione, socialità. Sono queste le parole che rendono più vivibile una città". 

Soddisfatti anche i Popolari per Cesena: "L'Amministrazione comunale fa partire il lavoro di co-progettazione che darà forma all'Emporio solidale: una proposta immediata di sostegno alla povertà e alle “nuove povertà” emerse anche a seguito dell’emergenza sanitaria. Un lavoro di squadra, coordinato dall'Assessore ai Servizi per le persone e le famiglie Labruzzo, fatto di ascolto con tutte le realtà associative che partecipano alla costituzione e alla realizzazione dell’Emporio stesso. E proprio a partire  dalla condivisione delle varie competenze, sono emerse valutazioni logistiche ed organizzative tali da individuare la nuova sede. Non stupiscono pertanto le affermazioni della Lega completamente avulse dal perseguimento del fine della costituzione dell'Emporio solidale".

“L’obiettivo è sostenere le persone e le famiglie, in situazione transitoria di disagio economico, nel trovare un equilibrio per ripartire in modo autonomo, grazie ad una serie di servizi messi a disposizione all’interno dell’emporio stesso per realizzare sul territorio un welfare realmente comunitario, generativo e rigenerativo. Tale misura risponde agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030 non solo sul piano ambientale, ma anche su quello economico e sociale. L’Emporio è un progetto sociale che prevede un servizio temporaneo di distribuzione di generi di prima necessità, alimentari e non, che vengono reperiti in modo autonomo dagli utenti. Inoltre verranno erogati servizi di accoglienza e ascolto, accompagnamento all’autonomia, orientamento al volontariato ed alla ricerca di lavoro, educazione alimentare e gestione del bilancio familiare".

"Grazie alla rete - proseguono i Popolari per Cesena - verranno creati sistemi di approvvigionamento dei prodotti dell’agricoltura locale nonché la raccolta delle eccedenze alimentari a livello della distribuzione e delle imprese del territorio, mirando a logiche sostenibili di riduzione dello spreco alimentare e della produzione di rifiuti. Infine, oltre al sostegno materiale, l’emporio offrirà servizi di orientamento, formazione, inclusione e socializzazione sviluppando una rete territoriale  di partecipazione delle fasce fragili della popolazione, delle imprese, del terzo settore e aperti a tutta la cittadinanza secondo una logica di welfare circolare. Le parole chiave che racchiudono tutta l’essenza di tale progetto sono: disponibilità, confronto, dialogo, accessibilità, rispetto, innovazione, fiducia, energia, creatività, passioni, miglioramento, sviluppo, condivisione e crescita“, conclude la nota del gruppo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso l'emporio solidale, la soddisfazione di Articolo 1 e dei Popolari per Cesena

CesenaToday è in caricamento