Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Variazioni di Bilancio, Cesenatico riduce il debito

Lunedì la Giunta Comunale Buda, in vista della fine dell’anno, ha apportato alcune variazioni di bilancio. Il dato che emerge è che la spesa corrente è stata ridotta, rispetto alle previsioni, di 1.370.000 euro.

Lunedì la Giunta Comunale Buda, in vista della fine dell’anno, ha apportato alcune variazioni di bilancio. Il dato che emerge è che la spesa corrente è stata ridotta, rispetto alle previsioni, di 1.370.000 euro. Tali variazioni sono dovute alle minori spese per il personale, meno interessi sui muti ed una nuova gestione della Casa Protetta in via Magrini. Questo nonostante il taglio di ulteriori 400mila euro rispetto a quanto dichiarato ad inizio anno, al Fondo Sperimentale di equilibrio, cioè quel denaro che lo Stato da ai Comuni.

“Dal punto di vista legislativo nazionale -commenta Buda- il 2012 è stato un anno di grande confusione, continui tagli e cambi di regole. Siamo a novembre ed ancora non sappiamo su quali Fondi statali potremo contare. I tagli ai fondi per i comuni sono stati notevolissimi. Da notare poi che lo stato incassa obbligatoriamente dai comuni il 50% dell’aliquota base IMU, che a Cesenatico vuol dire circa 7 milioni di euro”.

Continua Lina Amormino Assessore al Bilancio: “Nonostante tutta questa situazione abbiamo mantenuto e migliorato i nostri servizi, soprattutto alle fasce più deboli e disagiate. Abbiamo abbassato, rispetto all’aliquota base, l’IMU sulla prima casa e la parte comunale dell’IMU sulle attività produttive (6,2 per mille) è inferiore a quello delle amministrazioni che ci hanno preceduto (6,8 per mille). Stiamo attivando anche un controllo sulla spesa corrente comunale che grazie alla nostra amministrazione si è ridotta di 1.370.000 euro.

"Inoltre è stato drasticamente ridotto il debito comunale che passa da circa 2.030 euro del 2010 agli attuali 1.845 euro circa pro capite", conclude Amormino. Il Sindaco e l’Assessore concludono affermando che l’intento dell’Amministrazione Buda per il 2013 "è quello di iniziare un profiquo dialogo con le Associazioni di categoria per poter valutare se vi sono i margini per diminuire l’IMU sulle attività produttive in modo da poter rilanciare l’economia local"e.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variazioni di Bilancio, Cesenatico riduce il debito

CesenaToday è in caricamento