Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Valorizzazione degli orti urbani, approvata la mozione del Partito Democratico

Il Pd cesenate: “Nati come esperimenti di rigenerazione urbana negli anni sono diventati veri e propri presidi del territorio”

"L'impatto positivo degli orti urbani sulla società è ad oggi più che comprovato ed i vantaggi che offrono sono numerosi, sia di tipo ambientale (tutela della biodiversità, regolazione del micro-clima che concorre a combattere il fenomeno delle isole di calore, riciclo di rifiuti organici che possono essere impiegati come fertilizzanti), che di tipo economico (soddisfano il bisogno di frutta e verdura delle famiglie) e di tipo sociale (promuovono interazione e inclusione sociale). Gli orti, in quanto occasione per fare attività fisica e per aumentare la quantità di frutta e verdura consumata, offrono inoltre vantaggi a livello di salute. In tutto questo, l'attuale emergenza pandemica ci ha resi ulteriormente consapevoli della necessità e dell’importanza di riconnetterci alla natura, riappropriandoci dei suoi ritmi. E in una città che vuole ripensare anche i suoi tempi, la realizzazione di un orto può insegnare il valore dell'attesa dei tempi della natura". Ad affermarlo è il Partito Democratico cesenate.

“Per tutti questi motivi – affermano dal gruppo consiliare PD Cesena –, facendo anche seguito alla volontà della Giunta che ha lanciato proprio nelle settimane scorse il progetto 'Ortando in città', riteniamo necessario che un numero sempre maggiore di cesenati possa aver accesso a questa preziosa opportunità. Abbiamo pertanto presentato e approvato giovedì in Consiglio Comunale una mozione con cui chiediamo all'Amministrazione comunale di aumentare il numero delle aree disponibili nei dodici quartieri cittadini, anche coinvolgendo i privati, e successivamente di ampliare la platea dei soggetti assegnatari degli orti urbani a cittadini, famiglie, associazioni e scuole. Al momento infatti possono usufruirne solo gli anziani. La mozione chiede inoltre di pianificare un progressivo allestimento presso tutte le aree ortive di servizi igienici nelle modalità e tipologie già presenti in alcuni contesti e, infine, di prevedere la possibilità per scuole e associazioni di poter vendere i prodotti raccolti al fine di autofinanziarsi, anche solo per poter sostenere questa attività”.

“Ci eravamo illusi, dimostrando l'elevato numero di benefici, di poter trovare una convergenza totale e quindi il parere favorevole su questo tema di tutte le forze politiche. Purtroppo parte della minoranza – i gruppi Lega e Cambiamo - ha invece deciso di astenersi giustificando tale scelta con l’ipotesi che la possibilità per scuole e associazioni di poter vendere parte del raccolto dell'orto allo scopo di autofinanziamento, probabilmente non tenendo in considerazione le superfici di queste aree, potesse rappresentare il rischio di generare un’attività concorrenziale a quella delle aziende agricole o alla distribuzione. Peccato invece per l’assenza del gruppo Cesena Siamo Noi in discussione, crediamo naturalmente, data la loro attenzione sempre manifestata su certi temi, che ci saremmo trovati in sintonia”.

“Dunque – concludono i dem – con questa mozione non vogliamo distogliere l’attenzione a quelle che sono oggi le opportunità che garantiscono le aree ortive per la parte più anziana di popolazione, da un punto di vista della socialità, del benessere fisico e del sostentamento economico, bensì chiediamo all’Amministrazione di far sì che tali innegabili benefici possano essere sfruttati da quanti più cesenati possibili”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valorizzazione degli orti urbani, approvata la mozione del Partito Democratico

CesenaToday è in caricamento