Politica

Vaccini, il sindaco: "Priorità agli operatori dei centri termali? No a corsie preferenziali"

Il Sindaco di Bagno di Romagna ha risposto all’interrogazione consiliare del gruppo di minoranza “Insieme per il Futuro” (centrosinistra), che chiedeva di vaccinare prioritariamente gli operatori dei centri termali

Il Sindaco di Bagno di Romagna ha risposto all’interrogazione consiliare del gruppo di minoranza “Insieme per il Futuro” (centrosinistra), che chiedeva di vaccinare prioritariamente gli operatori dei centri termali, per rendere più veloce la ripartenza della stagione turistica di Bagno di Romagna.

"Quale Amministrazione comunale - precisa Baccini - che da oltre un anno è impegnata nella gestione della pandemia Covid a livello locale, siamo i più convinti che la ripartenza del tessuto economico locale sia una necessità da sostenere in modo veloce e pronto. Nel nostro modo di interpretare l’economia locale, ciò non riguarda esclusivamente solo il comparto termale, ma tutti i settori della nostra economia, ognuno danneggiato e logorato dalle conseguenze della crisi. Certamente, la nostra ottica locale si inserisce in una più ampia valutazione generale, nazionale ed europea, che risente degli stessi problemi e auspica le medesime vie d’uscita. Con una differenza non di secondo livello, ovvero che in ambito locale siamo destinatari di norme, piani e programmi definiti a livello superiore. Uno strumento utile e indispensabile per permettere una ripartenza rapida e più sicura è quello del vaccino, che oggi abbiamo a disposizione e per la somministrazione del quale è stato creato anche un centro vaccinale a San Piero, al fine di rendere le operazioni più veloci e utili alla nostra Comunità".

"Non dovremmo essere noi a ricordarlo in risposta ad un’interrogazione consiliare che a tal fine - dettaglia Baccini - è stato sviluppato un programma vaccinale con criteri definiti che riconoscono priorità ad una serie di fasce di popolazione, tra le quali, per esempio, la popolazione più anziana, le persone fragili e gli operatori sanitari.  Al riguardo, facciamo presente che gli operatori sanitari degli stabilimenti termali sono rientrati nelle categorie prioritarie e, come tali, sono stati sottoposti a vaccinazione, prima su base volontaria ed ora su base obbligatoria, peraltro in risposta ad un tema che quest’Amministrazione aveva sollevato per prima a gennaio scorso. Non rientra ancora tra le priorità, invece, il personale alberghiero, sia operante negli stabilimenti termali che in qualsiasi altro albergo o struttura ricettiva, anche se le maggiori associazioni rappresentative si sono mosse per porre il tema all’attenzione del Governo. Stante il quadro esistente, richiedere priorità per taluni operatori economici sarebbe una forma di discriminazione per altri settori economici e sociali a cui deve essere riconosciuta pari dignità, tale da poter dar luogo anche a forme di concorrenza sleale e creare ulteriori problemi di uguaglianza e pari opportunità minando la coesione che deve essere il motore della ripartenza per tutti i settori. Nel ricevere la Vostra attenzione per una repentina riapertura degli Stabilimenti termali, notiamo inoltre una certa incoerenza con la posizione che avete assunto almeno su due temi. Da una parte con l’azione di eccessiva e ridondante stigmatizzazione che avrebbe voluto fermare o chiudere taluni stabilimenti nel momento in cui potevano essere aperti. Dall’altra, con la posizione ambigua e volutamente schiva sulla vaccinazione degli operatori sanitari della casa Protetta Camilla Spighi, in riferimento alla quale la nostra posizione di rendere obbligatorio il vaccino è stata definita come “dannosa”.

"In questo quadro - conclude - auspichiamo che gli operatori di tutti i settori dell’economia siano velocemente vaccinati in modo da rendere veloce e sicura la ripartenza di tutta l’economica del Paese Italia, così come della nostra Comunità". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, il sindaco: "Priorità agli operatori dei centri termali? No a corsie preferenziali"

CesenaToday è in caricamento