Tutela delle api e dell’ambiente, "la nuova legge regionale in sintonia con il progetto europeo di Cesena"

L’Emilia-Romagna, con quasi 4 mila produttori e un patrimonio di quasi 140 mila alveari, si colloca ai primi posti in questo settore, sia in termini di patrimonio apistico sia di valore complessivo della produzione

 È stata approvata in Assemblea Legislativa la nuova legge regionale che tutela e favorisce lo sviluppo dell’apicoltura. "Una legge - afferma Montalti - che consentirà ai produttori di operare in un quadro legislativo più organico e aggiornato, integrato con le norme nazionali ed europee, e che potrà aprire nuove prospettive di sviluppo a un settore in forte crescita, che attrae sempre più i giovani". L’apicoltura in Italia conta 1,2 milioni di alveari distribuiti nelle varie regioni, con un giro di affari stimato (nel 2017) tra i 150 e i 170 milioni di euro. L’Emilia-Romagna, con quasi 4 mila produttori e un patrimonio di quasi 140 mila alveari, si colloca ai primi posti in questo settore, sia in termini di patrimonio apistico sia di valore complessivo della produzione.

"Tra le principali novità di questa legge - sottolinea Montalti - c’è la salvaguardia degli ecosistemi e la tutela della biodiversità, con l’obiettivo di rendere l’agricoltura sempre più sostenibile. Oltre alla promozione dell’apicoltura, la formazione dell’apicoltore e l’adozione di misure di difesa igienico-sanitarie per la tutela della popolazione apistica e della biodiversità della specie, fondamentali per le coltivazioni agricole e vegetali".

"Su questo tema Cesena, insieme ad altre cinque città europee, si sta impegnando per lo sviluppo dell’apicoltura nelle aree urbane, grazie al progetto europeo “BeePathNet - Building and Connecting Urban Bee-Aware Cities in Europe” (Promuovere e connettere città sensibili al tema dell’apicoltura urbana in Europa). Un progetto - sottolinea Montalti - realizzato anche grazie al programma europeo Urbact III con l’obiettivo di creare una rete europea di città che sviluppino l’apicoltura urbana. La nostra città - conclude Montalti - anche grazie ai nuovi strumenti messi in campo dalla Regione, potrà dunque diventare uno dei territori di riferimento per l’apicoltura, puntando sulla qualità della produzione, la salvaguardia e lo sviluppo del patrimonio apistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento