menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo, Sandro Gozi: "Buoni vacanza europei per sostenere il settore"

Il turismo fa parte dell'identità europea, rivolta alla bellezza e all'incontro tra popoli, per questo dobbiamo supportarlo”, afferma Gozi

Oggi, su iniziativa congiunta di Sandro Gozi e Irène Tolleret, un gruppo di 12 deputati della delegazione Renaissance di Renew Europe ha presentato un’interrogazione alla Commissione europea per la creazione di buoni vacanza europei al fine di sostenere il settore del turismo. Questa iniziativa offrirebbe un notevole sostegno a uno dei settori chiave dell'attività economica tra i più colpiti in Europa dall’emergenza Covid-19. 

Il gruppo di deputati propone che i buoni vacanza europei costituiscano una remunerazione non imponibile, cofinanziata in parte dal datore di lavoro e in parte dall'Ue direttamente attraverso il Fondo di recupero e trasformazione che verrà istituito nelle prossime settimane. Come i buoni vacanza francesi, potrebbero essere utilizzati per pagare vitto, alloggio, trasporto e accesso a strutture culturali. Tuttavia, il loro uso potrebbe essere esteso a tutte le attività di villeggiatura, consentendo così a quanti più stakeholder turistici di trarne vantaggio.

“In questi tempi di crisi, la dimensione sociale dell'Ue deve essere imperativamente ampliata con nuove misure volte a sostenere il potere d'acquisto degli europei, consentendo nel contempo a un settore chiave come il turismo di tenere la testa fuori dall’acqua. Il turismo fa parte dell'identità europea, rivolta alla bellezza e all'incontro tra popoli, per questo dobbiamo supportarlo”, afferma Gozi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento