Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Tornano i voucher? La Cgil: "Comportamento inqualificabile e inaccettabile"

Intanto il sindacato si è attivato per chiedere un incontro urgente al Prefetto in occasione del presidio previsto per mercoledì pomeriggio.

I sindacati alzano il muro contro l'eventuale iniziativa del governo di reintrodurre i voucher attraverso un emendamento alla manovrina. Anche da Cesena la Cgil alza la voce: "Non si può far rientrare dalla finestra ciò che abbiamo fatto uscire dalla porta - evidenzia il segretario generale Silla Bucci, in coro al collega forlivese Paride Amanti -.  E' quello che sta succedendo in queste ore nei palazzi romani. Se quanto trapela fosse vero, saremmo di fronte ad una lesione inqualificabile della democrazia, il Governo infatti si appresterebbe a presentare al voto del Parlamento una nuova normativa sul lavoro occasionale".

"Le proposte in discussione sulle quali mai si è realizzato un confronto con il sindacato e con la Cgil in particolare, contravvenendo agli impegni formalmente e ripetutamente assunti dal Governo, prefigurerebbero il ritorno, con norme peggiori ai voucher che Parlamento e Governo hanno cancellato poche settimane fa assumendo lettera e sostanza del quesito referendario proposto dalla Cgil che ha raccolto oltre 1milione e 400 mila firme - attaccano i sindacalisti -. Non vogliamo sentire parlare di “coupon” o di strumenti simili che riguardino le imprese, il vuoto legislativo che bisogna riempire, dall' abolizione dello strumento dei voucher è già presente in Parlamento e si chiama “Carte dei diritti universali del lavoro” agli articoli numero 80 e 81, che disciplinano il lavoro occasionale  sia per la sua naturale definizione sia per il campo di applicazione".

"Il comportamento, adottato dal Governo, inqualificabile e inaccettabile è un palese attacco a tutti coloro che con le loro firme, hanno permesso di indire il referendum per l'abrogazione dei voucher, è un attacco e uno sfregio alla democrazia poiché il 28 maggio i cittadini potevano esprimersi liberamente; inoltre questo comportamento è una sostanziale violazione dell' articolo 75 della Costituzione e costituirebbe un atto irrispettoso nei confronti della Suprema Corte di Cassazione che si è appena pronunciata cancellando i referendum sulla base del voto del Parlamento che abrogava voucher e ripristinava la responsabilità solidale delle aziende sugli appalti", proseguono. "La Cgil porrà in atto una ferma e coerente azione di contrasto facendosi garante del rispetto della Costituzione e del diritto di voto da parte dei cittadini", concludono. Intanto il sindacato si è attivato per chiedere un incontro urgente al Prefetto in occasione del presidio previsto per mercoledì pomeriggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano i voucher? La Cgil: "Comportamento inqualificabile e inaccettabile"

CesenaToday è in caricamento