Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Terzo lotto della Malatestiana: "Nulla è stato speso in più rispetto alle risorse previste"

Il vice sindaco Christian Castorri risponde all'interrogazione del gruppo consiliare della Lega relativa al costo dei lavori per il recupero del terzo lotto della Biblioteca Malatestiana

Il vice sindaco Christian Castorri risponde all'interrogazione del gruppo consiliare della Lega relativa al costo dei lavori per il recupero del terzo lotto della Biblioteca Malatestiana

"Prima di dare risposta ai quesiti posti con la vostra interrogazione che abbiamo ricevuto in data odierna, mi sia consentita una doverosa premessa. Nulla è stato speso in più rispetto alle risorse previste nel quadro economico approvato, a seguito di gara, con determinazione n.220/2019, esecutiva dal 26 febbraio 2019. Il quadro economico approvato comprendeva, fra le varie voci di spesa, fondi a disposizione per l'esecuzione delle opere derivanti da ribasso d'asta quota Comune di Cesena per un importo di  231.159,14 euro iva compresa. I 172.118,00 euro + iva, oggetto della vostra interrogazione, sono quindi da considerare all'interno dei sopracitati fondi a disposizione. Evidenzio inoltre, per una corretta narrazione dei fatti e anche dei numeri, che l'opera costerà complessivamente 2.845.579,12 euro (iva compresa), circa 100 mila euro in meno rispetto al costo previsto, posto a base d'asta, di euro 2.950.000 (iva compresa)". 

Quali siano nel dettaglio le motivazioni di detto incremento di spesa

In un cantiere di restauro e messa in sicurezza di un edificio storico è fisiologico considerare che si verifichino durante il corso delle opere, data anche dalla complessità dell'intervento, lavorazioni in variante che in fase di valutazione progettuale non era possibile valutare né quantificare. Questa eventualità non possiamo configurarla come errore progettuale o sottostima economica. 

Quali siano le voci dei costi che subirebbero un aumento e le motivazioni che non hanno reso prevedibile detto aumento
Voci legate all'emergenza covid: indennizzo misure contenimento COVID 19; maggiori oneri per realizzazione lavori in presenza di COVID 19.

Voci riferite a imprevisti dovuti all'esplorazione e rinvenimenti possibili solo a cantiere in corso, stante l'impossibilità di esplorare la struttura in modo invasivo durante il progetto: maggior quantità di demolizione solai su terrapieno; maggior quantità di demolizione solai a volte; maggior quantità di rimozione e montaggio manto di copertura; maggior quantità di inghisaggi barre e piastre in acciaio; maggior quantità di ripristino soffitti in canna e gesso; trattamento per parti in legno con prodotti antimuffa e antitarlo a seguito del rinvenimento nelle travi sottocopertura; rinforzo delle travi di copertura esistenti con accoppiamento di tavole di legno abete trattato atto a raggiungere una resistenza adeguata alle azioni di progetto; economie dovute alla presenza di operatore archeologico negli scavi.

Voci legate a migliorie funzionali di spazi in funzione di innovazioni tecnologiche e opportunità di utilizzo di spazi affini: realizzazione di nuova dorsale fognaria per scarico blocchi bagni; economie dovute alla presenza di operatore archeologico negli scavi; ulteriore fossa IMHOFF per sdoppiamento linea fognaria; realizzazione di nuovo camino di areazione EI 120 per piattaforma elevatrice; fornitura di porte automatiche in alluminio e vetro; o sistemazione dell'impianto parafulmine esistente; sisternazione delle grondaie esistenti; maggior onere per modifica degli impianti termoidraulici dovuto: alle modifiche apportate ai bagni del piano terra e la successiva creazione di un disimpegno e alla necessità di spostare l'unità interna canalizzata posta all'ingresso al piano terra, all'aggiunta di una unità interna al piano primo. Maggior onere per modifica degli impianti elettrici dovuto:  all'Impianto TVCC Biblioteca con sostituzione del modello NVR Milestone ed un modello di telecamera AXIS previsti in progetto con modelli equivalenti e migliorativi della stessa marca in quanto usciti di produzione e non più reperibili,  realizzazione di nuove postazioni lavoro (prese FM e rete dati/fonia) in accordo con gli utilizzatori dei locali;  rifacimento delle calate scariche atmosferiche in seguito alla realizzazione del nuovo intonaco sulle pareti esterne, Integrazione dell'illuminazione già prevista nella sala cinema mediante l'installazione di strip led da 34w/m, da installare lungo tutto il perimetro del locale. 

Quali siano, nel dettaglio, le problematiche non previste e se, la loro mancata previsione, sia da far risalire a una progettazione carente anche sul piano finanziario

Maggiori costi per fronteggiare l'emergenza covid da parte dell'impresa esecutrice; . imprevisti dovuti all'esplorazione e rinvenimenti a cantiere in corso; migliorie funzionali all'accessibilità di spazi limitrofi, la cui definizione è avvenuta a cantiere avviato (collegamento tra i bagni del piano terra e la biblioteca antica, futuro museo archeologico).

Quali siano gli spazi che, solo ora, necessitano di ulteriori modifiche e per quali motivi non siano stati oggetto di un preventivo e completo esame. 

I bagni al piano terra e miglioramento degli elementi di copertura (travi, capriate, controsoffitti, manti).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzo lotto della Malatestiana: "Nulla è stato speso in più rispetto alle risorse previste"

CesenaToday è in caricamento