Tari a Cesenatico: "Nessuna multa per chi tarda a pagarla. Saranno applicati solo gli interessi legali"

Il regolamento comunale che disciplina la tassa è stato approvato nel corso del penultimo consiglio comunale, che si è svolto lo scorso 26 giugno.

Nessuna sanzione, in caso di mancato versamento nei tempi fissati, per i cittadini e le imprese cesenaticensi che non hanno pagato la Tari, ovvero la tassa sui rifiuti urbani. Lo rende noto il Pd di Cesenatico attraverso il segretario, Mario Drudi, e il capogruppo, Matteo Gozzoli. Il regolamento comunale che disciplina la tassa è stato approvato nel corso del penultimo consiglio comunale, che si è svolto lo scorso 26 giugno.

"Si tratta di un tributo comunale gestito e riscosso dalla società Hera Spa e proprio in questi giorni famiglie ed imprese avranno già ricevuto il primo bollettino relativo alla prima rata in scadenza il 31 luglio. (Le altre scadenze sono 30 settembre e 31 dicembre) - ricordano Drudi e Gozzoli -. Dal momento che l’amministrazione comunale non si è mossa, il PD di Cesenatico rende noto a tutti i cittadini di Cesenatico che al fine di aiutare famiglie  e imprese, all’interno del regolamento, non sono state inserite sanzioni in caso di mancato versamento nei tempi fissati".

"Nello specifico in caso di mancato pagamento il Comune di Cesenatico notifica al cittadino un sollecito dando un termine di 30 giorni per regolarizzare il pagamento e a carico del cittadino andranno solamente gli interessi legali (1%) e le spese di notifica - proseguono gli esponenti democratici -. Tradotto, significa che all’interno del regolamento si è prevista una elasticità di 3-4 mesi per regolarizzare la rata non pagata con una sanzione molto bassa. La sanzione (pari  al 30% dell’importo non versato) scatta invece solamente un mese dopo il ricevimento del sollecito".

Drudi e Gozzoli ritengono che, "vista la situazione economica, sia stato di buonsenso introdurre questo tipo di flessibilità, ciò che invece non riteniamo giusto è la mancanza di informazione, tutti i cittadini hanno il diritto allo stesso trattamento, non può trattarsi di un beneficio rivolto solo ai pochi che nel frattempo hanno appreso la notizia. Già in sede di approvazione del regolamento avevamo sottolineato questa incongruenza chiedendo all’amministrazione di rendere nota questa flessibilità, perché in caso contrario ne avrebbero beneficiato solo in pochi, vista l’assenza di informazione abbiamo ritenuto doveroso farcene carico per informare cittadini e imprese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento