Venerdì, 12 Luglio 2024
Politica

"Sulla Provincia giusto evitare slogan, ma Lucchi non faccia tatticismi"

"Il sindaco Paolo Lucchi eviti i tatticismi": è questo, in sintesi, il monito che arriva da Luigi Di Placido, capogruppo del Pri in consiglio comunale a Cesena, nei confronti del primo cittadino, che si è mostrato freddo sul tema Provincia unica

"Il sindaco Paolo Lucchi eviti i tatticismi": è questo, in sintesi, il monito che arriva da Luigi Di Placido, capogruppo del Pri in consiglio comunale a Cesena, a  proposito della presa di distanze effettuata dal sindaco di Cesena sul tema della Provincia unica di Romagna.

"Va bene evitare le dichiarazioni urlate - ammette Di Placido -, va bene utilizzare soprattutto le sedi istituzionali, ma la politica romagnola dica chiaramente ai suoi cittadini che la Provincia Unica romagnola è una occasione che non bisogna assolutamente lasciarsi sfuggire".

"Altro che campanili - fa notare Di Placido -, qui si ragiona del futuro del nostro territorio, e della piena consapevolezza che, dopo un cambiamento epocale come sarebbe questo, nulla sarebbe più come prima. D'altra parte, la necessità di razionalizzare è da tempo all'ordine del giorno del confronto politico, al punto che argomenti come la creazione di una unica ASL romagnola sono passati da pura teoria a opportunità concreta".

"Perchè i romagnoli non dovrebbero capire la portata di tali decisioni? - si domanda Di Placido -. E perchè la politica dovrebbe avere timore nel proporli, se non tradendo la sua missione? Certo, ci sono tanti altri problemi che toccano i cittadini quotidianamente, ma perchè non dire con chiarezza che parte di essi potrebbero venire affrontati prima e meglio con la semplificazione del quadro istituzionale ed amministrativo?".

"O pensiamo forse che la Provincia Unica e l'accorpamento dei Comuni sarebbero solo vezzi privi di risultati concreti? - prosegue l'esponente repubblicano -. Piuttosto che farsi cadere addosso decisioni di altri, il senso di responsabilità dovrebbe chiamarci tutti ad un colpo d'ali, dimostrando che la politica locale guida i processi, e nei limiti del possibile non se li fa dettare nè da Bologna nè da Roma".

"Domani non ci serviranno tatticismi o attendismi, bensì il coraggio di buttare il cuore oltre l'ostacolo - fa notare Di Placido -, anche e soprattutto se questo dovesse significare esplorare soluzioni nuove da studiare con grande attenzione.
La Romagna potrebbe diventare un esempio al quale far guardare tutto il Paese, un esempio di lungimiranza e coraggio".

"Per questo motivo proporremo nel prossimo Consiglio Comunale di votare il medesimo ordine del giorno approvato la scorsa settimana da Forlì - annuncia Di Placido -: non per vantare primogeniture ma per ribadire la nostra convinzione su questo percorso e sul protagonismo che i Repubblicani sanno di poter esercitare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sulla Provincia giusto evitare slogan, ma Lucchi non faccia tatticismi"
CesenaToday è in caricamento