menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza stradale, il Pd di Cesenatico: "Ancora incidenti all'incrocio Fossa-Fiorentina"

E' quanto afferma in un'interpellanza presentata al sindaco di Cesenatico, Roberto Buda, il consigliere comunale del Pd Stefano Tappi

"La sicurezza stradale deve essere una priorità assoluta per ogni amministrazione comunale, in quanto è strettamente correlata alla vita delle persone e alla loro incolumità fisica". E' quanto esordisce in un'interpellanza presentata al sindaco di Cesenatico, Roberto Buda, il consigliere comunale del Pd Stefano Tappi, evidenziando la necessità di "ridurre al minimo il pericolo esistente sulle strade di tutto il territorio comunale e la conseguente probabilità che si verifichino incidenti stradali".

Tappi cita alcuni casi, come quello dell'incrocio tra via Fossa e via Fiorentina dove "continuano ad esserci incidenti stradali". Continua l'esponente democratico: "L’ultimo tratto stradale della via Montaletto, dal civico 296 fino all’incrocio con la via S. Pellegrino, non è abbastanza largo, e, oltre che essere molto dissestato, e la pericolosità è aumentata dalla presenza sul cordolo di un ampio fossato ed i veicoli vi transitano ad alta velocità, rendendola sede di incidenti stradali".

Tappi ricorda inoltre che martedì 1 settembre in via Cesenatico, nel centro di Villalta, all’altezza della scuola primaria “Ricci-Ortali”, c’è stato un grave incidente, che ha causato un infortunio invalidante al conducente di un motociclo. "In un tratto di via Leonardo Da Vinci e nella rotatoria di piazza Comandini che incrocia il viale Roma - prosegue Tappi - non sono ancora state verniciate le strisce pedonali e tutta la segnaletica orizzontale, nonostante che i lavori di asfaltatura della strada siano terminati da oltre due mesi e la verniciatura delle strisce era avvenuta circa 2 settimane prima della suddetta asfaltatura".

L'esponente del Pd ricorda che il 24 ottobre dello scorso anno "l’assessore alla viabilità Giovannino Fattori rispondendo ad un’interpellanza sulla sicurezza dell’incrocio tra la via Fossa e la via Fiorentina scriveva, in merito alla possibile costruzione di una rotatoria, che “si riservava di inserire quest’opera nel piano triennale degli investimenti 2015/2017 dopo opportuna verifica in seno alla Giunta”,  e che nel piano triennale degli investimenti 2015/2017 non vi è traccia alcuna della sopracitata rotatoria". E ancora: "il 28 ottobre scorso l’assessore ai lavori pubblici Antonio Tavani rispondendo ad un’interpellanza sulla sicurezza stradale della via Montaletto scriveva che “l’amministrazione quanto prima provvederà a far eseguire un progetto di tombinatura del fosso lato Cervia, avente lo scopo di allargare la sede stradale. L’intervento verrà eseguito, parte nel 2015 e parte nel 2016”".

Tappi evidenzia che "i lavori non sono ancora iniziati"; inoltre "è stata da poco smantellata la rotatoria di Villalta, che era posta all’incrocio tra la via Cesenatico e la via Caduti di tutte le guerre, che svolgeva anche la funzione di rallentare la velocità dei mezzi che percorrevano la via Cesenatico". Nell'interrogazione è stato sottolineato come "risulta difficoltoso l’attraversamento perdonale del viale Roma, nonché il parcheggio a pagamento nella frequentata Piazza Comandini, poiché non è disciplinato a terra con le apposite strisce blu".

Il consigliere comunale si è quindi rivolto all'amministrazione comunale chiedendo "se si ritiene la sicurezza stradale una priorità; le motivazioni per cui, la costruzione della rotatoria all’incrocio tra la via Fossa e via Fiorentina non è stata inserita nel piano triennale degli investimenti 2015/2017".  Per il progetto di tombinatura del fosso di Via Montaletto, Tappi chiede "a quando è stata calendarizzata la parte di intervento da eseguire nel 2015". Intende conoscere "quali azioni si intende mettere in atto per mantenere sicura la via Cesenatico e moderare la velocità dei mezzi, nella frazione di Villalta, dopo lo smantellamento della rotatoria; ed in particolare se intende inserire una zona con limite di velocità 30 Km nel tratto da via Caduti fino alla chiesa". Ed infine chiede "le motivazioni per cui, dopo oltre due mesi, non sono ancora state fatte le strisce pedonali e tutta la segnaletica orizzontale nella rotatoria Comandini e nel tratto di via Leonardo Da Vinci, e quando saranno eseguiti i lavori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento