Sindaci donna, Angeli (Pli): "Attacchi incomprensibili e immotivati"

"Leggo oggi l’intervento del sindaco di Rocca San Casciano Rosaria Tassinari sulla discriminazione che subiscono, dai propri stessi partiti e schieramenti, le donne sindaco della nostra provincia"

"Leggo oggi l’intervento del sindaco di Rocca San Casciano Rosaria Tassinari sulla discriminazione che subiscono, dai propri stessi partiti e schieramenti, le donne sindaco della nostra provincia e trovo le parole di Tassinari non solo coraggiose, ma sacrosante. L’ottimo sindaco di Rocca ha evidenziato con coraggio un problema che è parte del problema più generale dell’incapacità dei partiti e della politica di rinnovarsi. Inspiegabile è stata infatti la scelta suicida della Lega Nord e di tutto il centrodestra locale di non ricandidare il sindaco uscente di Castrocaro Francesca Metri, senza alcuna evidente e palesata motivazione".

Sono le parole di Stefano Angeli, segretario provinciale del PLI a Forlì-Cesena, in merito alle dichiarazioni di Rosaria Tassinari, sindaco di Rocca San Casciano, che aveva sottolineato le discriminazioni subite dai sindaci donna della provincia di Forlì-Cesena, facendo riferimento in particolar modo a Elisa Deo e Francesca Metri.

"Altrettanto incomprensibili sono gli attacchi dello stesso Pd al proprio sindaco di Galeata Elisa Deo. Questi sindaci hanno infatti in comune il fatto d’essere donne, d’essere giovani ed apprezzate dai propri cittadini, evidentemente caratteristiche considerate pericolose dagli apparati autoreferenziali dei partiti timorosi che il confronto con queste giovani amministratrici mostri in modo troppo evidente l’inadeguatezza stessa dei partiti e la sclerosi degli apparati anacronistici che li dirigono. Sempre più difficile infatti sembra essere il rinnovamento e lo svecchiamento di una politica le cui classi dirigenti tendono sempre più ad essere autoreferenziate, ad auto tutelarsi e auto proteggersi, prima di tutto dalla concorrenza dei giovani. Il Partito Liberale Italiano ha dato un segnale importante a questo proposito eleggendo, nel congresso nazionale del Marzo scorso, a presidente del proprio Consiglio Nazionale Renata Jannuzzi, una donna giovane e dinamica, molto impegnata nel campo delle pari opportunità. Il PLI di Forlì-Cesena si impegna quindi a dare priorità alle candidature di giovani ed in particolare di sindaci donna sul territorio per le future amministrative, riconoscendo il ruolo fondamentale che le donne possono rivestire nel necessario rinnovamento della politica. Il PLI di Forlì-Cesena coglie anche l’occasione per manifestare il proprio apprezzamento al sindaco di Rocca Rosaria Tassinari per il suo lavoro, molto apprezzato sia dentro che fuori dal suo comune".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento