Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Stand che distribuiva gratuitamente il Corano al 25 Aprile, strali della Lega Nord

Stand che distribuisce il Corano gratuitamente alla festa del 25 Aprile, scatta la protesta di Morrone e Pompignoli della Lega Nord

Stand che distribuisce il Corano gratuitamente alla festa del 25 Aprile, scatta la protesta di Morrone e Pompignoli della Lega Nord: “Stupisce davvero il banchetto allestito da una sconosciuta associazione femminile musulmana in occasione della Festa della Liberazione a Cesena. E ha ragione chi ha trovato da ridire su questa presenza, tanto che per vederci più chiaro, presenteremo un’interrogazione in Regione”.

Lo dichiarano Jacopo Morrone, segretario nazionale della Lega Nord Romagna, e Massimiliano Pompignoli, consigliere regionale leghista: “Nessuna volontà di fare ‘polemica’, come asserisce la presidente dell’associazione mettendo furbescamente le mani avanti, ma le dichiarazioni amichevoli e le copie del Corano regalate non ci incantano. Servono, purtroppo, a prendere all’amo chi ha una scarsa o nulla conoscenza dell’islam e chi crede che tra le varie religioni non ci siano differenze. Ma noi sappiamo bene che l’islam non è una religione come altre e che peccano di irresponsabilità, quando non di colpevole superficialità, quelle istituzioni e quelle politiche che chiudono gli occhi di fronte a ciò che sta accadendo in tutt’Europa e in Italia. Questo non significa venir meno al diritto dei musulmani di professare la propria fede. Ma senza scorciatoie e senza la pretesa che l’islam sia scambiato erroneamente per una ‘religione di pace’. Chi disegna altrimenti l’islam, anche ai massimi livelli, distorce la realtà per ignoranza, sconsideratezza, quando non per malafede. Di certo, c’è chi lo fa in chiave propagandistica, perché l’islam, consapevole della propria forza, del timore che incute, del proprio essere la ‘religione vera e definitiva dell’umanità’, possa meglio penetrare nel ventre ormai molle della civiltà occidentale europea, che vive un momento di grave fragilità e di decadimento morale e culturale, quando non di odio di sé”.

“ E non a caso ci sono esempi in tutt’Europa di una continua ‘sostituzione’ di civiltà, di un’occupazione più o meno pacifica che non vuole convivere o integrarsi con l’occidente, ma ‘islamizzarlo’. Molteplici i dati da tenere in considerazione: i tassi di natalità che premiano i residenti musulmani, i numeri dell’invasione immigratoria dai paesi islamici, le regole e i diktat ferrei di questa religione che non consente compromessi o interpretazioni, ma permette la dissimulazione usata come arma per circuire i creduloni occidentali. Ma l’islam è e rimane un sistema religioso, politico, giuridico e sociale irriducibilmente antitetico alla nostra civiltà, ai nostri principi di libertà, uguaglianza e di autodeterminazione. Di qui, la necessità di tenere gli occhi ben aperti, di non concedere facilitazioni per miope buonismo, di far rispettare regole e leggi (come non è accaduto a Cesena per la moschea che c’è, ma non dovrebbe esserci) e, soprattutto, di conoscere bene con chi si tratta”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stand che distribuiva gratuitamente il Corano al 25 Aprile, strali della Lega Nord

CesenaToday è in caricamento