menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sostenere persone e famiglie", i Popolari per Cesena rilanciano l'emporio solidale

Oggi, in vista della “ricostruzione” dopo la pandemia “Coronavirus”, i Popolari per Cesena rilanciano con urgenza una prima proposta immediata di sostegno alla povertà

Il Patto per Cesena con Enzo Lattuca firmato in vista delle Elezioni Amministrative 2019 conteneva le proposte dei Popolari per Cesena per valorizzare la dignità delle Persone nella loro fondamentale dimensione comunitaria, di legame e di relazione con gli altri, con l’apporto della propria originalità e diversità.

Oggi, in vista della “ricostruzione” dopo la pandemia “Coronavirus”, i Popolari per Cesena rilanciano con urgenza una prima proposta immediata di sostegno alla povertà e alle “nuove povertà” emerse a seguito dell’emergenza sanitaria mediante la costituzione dell’Emporio Solidale.

“L’obiettivo principale è sostenere le persone e le famiglie, in transitoria situazione di disagio economico, nel trovare un equilibrio per ripartire in modo autonomo, grazie ad una serie di servizi messi a disposizione all’interno dell’emporio stesso per realizzare sul territorio un welfare realmente comunitario, generativo e rigenerativo. Tale proposta risponde anche agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030 non solo sul piano ambientale, ma anche su quello economico e sociale” afferma il portavoce del gruppo Francesco Biguzzi. 

“L’Emporio è un progetto sociale che deve prevedere un servizio temporaneo di distribuzione di generi di prima necessità, alimentari e non, che vengono reperiti in modo autonomo dagli utenti.

Inoltre devono essere erogati servizi di accoglienza e ascolto, accompagnamento all’autonomia, orientamento al volontariato ed alla ricerca di lavoro, educazione alimentare e gestione del bilancio familiare.

È fondamentale inoltre che si creino sistemi di approvvigionamento dei prodotti dell'agricoltura locale nonché la raccolta delle eccedenze alimentari a livello della distribuzione e delle imprese del territorio, mirando a logiche sostenibili di riduzione dello spreco alimentare e della produzione di rifiuti” prosegue il gruppo.

“Occorre inoltre sviluppare una rete territoriale  di partecipazione delle fasce fragili della popolazione, delle imprese, del terzo settore e aperti a tutta la cittadinanza secondo una logica di welfare circolare. Infine, oltre al sostegno materiale, l’emporio deve offrire servizi di orientamento, formazione, inclusione e socializzazione” scrivono i Popolari per Cesena.

“Le parole chiave che racchiudono tutta l’essenza di tale progetto sono: disponibilità, confronto, dialogo, accessibilità, rispetto, innovazione, fiducia, energia, creatività, passioni, miglioramento, sviluppo, condivisione e crescita che saranno oggetto di un convegno pubblico il prossimo 27 novembre “conclude la nota del gruppo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento