Sicurezza, Sirotti Gaudenzi (Forza Italia): "Zona stazione terra di nessuno"

E' l'osservazione di Enrico Sirotti Gaudenzi, responsabile giustizia di Forza Italia Emilia Romagna, prendendo spunto dal furto subìto nel corso delle festività natalizie nell'edicola della stazione

L'area della stazione di Cesena, nonchè del limitrofo centro storico, ormai "è divenuta terra di nessuno". E' l'osservazione di Enrico Sirotti Gaudenzi, responsabile giustizia di Forza Italia Emilia Romagna e membro del coordinamento di Forza Italia Emilia Romagna, prendendo spunto dal furto subìto nel corso delle festività natalizie nell'edicola della stazione. "Siamo arrivati a un punto di non ritorno - osserva l'esponente azzurro -. Come si può pretendere che il sistema penale italiano trovi concreta applicazione quando queste persone non temono affatto la punizione inflitta dalle leggi dello stato che le ospita".

"Più di una volta, svolgendo la professione forense, per le difese d’ufficio sono stato chiamato a difendere persone che si sono macchiate di tali reati e, nonostante abbia ottemperato ai doveri propri della mia professione, non posso nascondere come questi soggetti vivano nell’assoluta convinzione di poterla sempre “fare franca” con lo stato italiano - chiosa -. È indispensabile disporre di maggiori risorse da destinare alla sicurezza e di una intensificazione, anche a livello locale, delle autorità di vigilanza sul nostro territorio; forse così ci potremmo sentire ancora cittadini italiani liberi e tutelati dallo stato al quale con orgoglio apparteniamo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento