Sicurezza, Sirotti Gaudenzi (FI): "L'unica soluzione è che il centro sia più vivo"

“In tale scenario si può tornare a lamentare la desolazione che sta avvolgendo tutto il centro storico causata non solo dalla crisi economica ma anche da tanti altri fattori"

“Continuano le "spaccate" in centro storico nonostante in questi giorni la città si stia ripopolando per la ripresa dell'attività lavorativa dopo le ferie estive.  Purtroppo, neppure le telecamere ed i cartelli che indicano la "zona videosorvegliata" son in grado di rappresentare validi deterrenti ai tanti illeciti che continuano ad essere perpetrati a danno dei cittadini e dei commercianti”: è la presa d'atto di Enrico Sirotti Gaudenzi, esponente di Forza Italia a Cesena, riferendosi all'ultima spaccata avvenuta, quella ai danni di 'Babbi' in pieno centro

Continua  Sirotti Gaudenzi: “In tale scenario si può tornare a lamentare la desolazione che sta avvolgendo tutto il centro storico causata non solo dalla crisi economica ma anche da tanti altri fattori.  Mi riferisco ai varchi attivi che impediscono l'accesso al cuore della città, alla realizzazione della piazza della Libertà. A tutto ciò potrebbe anche aggiungersi la futura realizzazione del progetto, già criticato da me e da tante altre forze politiche, della realizzazione delle tre piazze. La sicurezza è uno dei primi problemi che oggi attanaglia la nostra città (un tempo un'isola felice) che, in questi ultimi anni, è diventata sempre di più bersaglio di furti, rapine, spaccio, tentativi di stupro, ecc. E' giunto il momento di fronteggiare concretamente tale problema”.

Propone l'esponente azzurro: “Per prima cosa sarebbe necessario consentire l'accesso al centro storico nelle ore notturne per renderlo più vivo e controllato da parte di tutti i cittadini; sarebbe opportuno, poi, incrementare la vigilanza notturna da parte delle forze dell'ordine ed agevolare tutte le attività commerciali affinchè tanti esercizi possano finalmente riaprire e continuare ad offrire i loro servizi. Una città viva, infatti, può rappresentare un valido strumento di prevenzione per tutti i reati e la vitalità di un centro storico non può certo essere "misurata" in occasione di qualche sporadico evento (mi riferisco alle feste ed ai concerti che si sono tenuti nella nuova piazza della Libertà)”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento