Sicurezza, Di Maio replica al sindaco Lucchi: "L'impegno non ha confini, basta con i campanili"

"Quello della sicurezza - scrive Di Maio - è un argomento che mi sta a cuore, come sta a cuore a tutti i cittadini della nostra provincia, non solo quelli dei due capoluoghi"

"Caro sindaco, caro Paolo, voglio rassicurarti che considero la Questura di Forlì-Cesena la questura di tutto il territorio della nostra provincia e l'intento della mia interrogazione è proprio quello di porre all'attenzione del ministro la carenza di organico che riguarda tutta la provincia". Lo scrive il deputato Marco Di Maio nella risposta al sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, che con una lettera aperta lo aveva sollecitato a farsi carico anche dei problemi della sicurezza del comprensorio cesenate

"Quello della sicurezza - scrive Di Maio - è un argomento che mi sta a cuore, come sta a cuore a tutti i cittadini della nostra provincia, non solo quelli dei due capoluoghi. Se c'è una cosa che in passato poteva essere tollerata e oggi non lo è più (almeno dal mio punto di vista), è il perdurare delle divisioni tra Forlì e Cesena o anche solo il dubbio che possano essercene. A maggior ragione su un argomento come la sicurezza, che è indiscutibilmente una delle principali priorità di lavoro su cui dobbiamo impegnarci (e lo stiamo facendo), a prescindere da divisioni territoriali o politiche".

"Il nostro è un territorio molto variegato e che, in ragione dei pensionamenti previsti, non possiamo permetterci che possa impoverirsi - aggiunge il parlamentare forlivese -. Tanto più in un momento in cui a livello nazionale sono stati stanziati, grazie al lavoro fatto in parlamento con l'ultima legge di stabilità, nuovi e importanti investimenti su tutto il comparto (un miliardo di euro complessivi a livello nazionale).

"I temi oggetto della mia interrogazione e anche della tua lettera - aggiunge il parlamentare romagnolo -, sono stati in gran parte oggetto di discussione anche nel giugno scorso quando in prefettura abbiamo incontrato il sottosegretario al ministero dell'Interno, Gianpiero Bocci, che avevo invitato nella nostra provincia e che partecipò (assieme a te, al sindaco di Forlì, al prefetto e ai rappresentanti delle forze dell'ordine) alla riunione del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza".

"Nel ringraziarti per il sostegno che hai voluto manifestare anche pubblicamente alla mia azione - conclude Di Maio -, sono a ribadirti la piena disponibilità ad affrontare insieme le numerose tematiche che riguardano il nostro territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento