Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Sicurezza, Mazzini (Lega): "Degrado e spaccio in stazione, non sono fenomeni di oggi"

La candidata consigliera della Lega: "Degrado che viene da lontano e ne è responsabile l'amministrazione"

La Lega torna sul tema della sicurezza in città, e lo fa con Alessandra Mazzini, candidata alla carica di consigliere comunale, che punta il dito nuovamente sull’area della stazione ferroviaria e degli istituti scolastici vicini.

“Un’area degradata, dove sono frequenti i bivacchi, si spacciano sostanze, si verificano furti, finestrini di auto spaccati e vandalismi. Non sono fenomeni di oggi e le Forze dell’Ordine fanno quello possono per arginare un degrado che viene da lontano e di cui il maggior responsabile sembra essere l’amministrazione".

"Non possiamo passare sotto silenzio le dichiarazioni del sindaco uscente, diffuse qualche giorno fa in risposta ad un’interrogazione, dove afferma che l’area della stazione non è né degradata, né insicura.  E' uno slalom tra siringhe abbandonate, bottiglie rotte, latrine a cielo aperto, scansando ubriachi e spacciatori. Di qui, la necessità di un radicale cambiamento di amministrazione che ascolti davvero i cittadini e che prenda provvedimenti coerenti e concreti, slegati da logiche ideologiche.

Sul tema telecamere: "Dopo anni di propaganda e di slogan, la videosorveglianza, per altro inutile sul piano della sicurezza se non accompagnata da altri provvedimenti, sia ancora praticamente al palo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Mazzini (Lega): "Degrado e spaccio in stazione, non sono fenomeni di oggi"

CesenaToday è in caricamento