Sicurezza, la Lega: "Il Comune dia alle donne lo spray al peperoncino"

“Una donna è stata aggredita e derubata nel quartiere Madonnina”: lo sostiene la Lega Nord che chiede provvedimenti anti-violenza e criminalità.

“Una donna è stata aggredita e derubata nel quartiere Madonnina”: lo sostiene la Lega Nord che chiede provvedimenti anti-violenza e criminalità. “Quello che è successo a una signora del nostro quartiere è solo l’ultimo di una serie di furti e aggressioni, subìte dai residenti della Madonnina”: a dirlo è Giulia Zecchi, responsabile del Carroccio cesenaticense che ha raccolto la testimonianza di una donna del quartiere derubata qualche giorno fa della propria borsa mentre stava percorrendo la pista ciclabile di via Tevere con suo marito. Ai Carabinieri tuttavia non risulta che l'episodio sia stato denunciato e quindi non ci sono riscontri.

Continua Zecchi: “La signora scossa dalla drammatica aggressione, ha paura ad uscire di casa”. “Purtroppo non è la prima e temiamo non sia l’ultima vittima del clima di insicurezza che si respira in questo quartiere abbandonato dall’Amministrazione – conclude la Zecchi - chiediamo al Sindaco del Pd, Matteo Gozzoli, di mutuare alcuni provvedimenti assunti da molti suoi ‘colleghi’ leghisti che di recente hanno disposto la distribuzione gratuita alle donne di strumenti di autodifesa come lo spray al peperoncino. Una misura semplice che, se associata ad altre più strutturate come l’implementazione dell’illuminazione pubblica e la diffusione di un capillare sistema di videosorveglianza, può contribuire a dare un giro di vite e arrestare l’escalation di violenza e criminalità che sta attraversando anche il nostro Comune”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento