Sicurezza, altre risorse dalla Regione: "Massima su questo tema"

"Massima attenzione della Regione sul tema della sicurezza. Risorse anche per il nostro territorio", afferma Montalti

Dalle telecamere al controllo di vicinato, fino alla riqualificazione urbana e al recupero di spazi contro il degrado, queste sono le misure adottate dalla Regione Emilia-Romagna per garantire maggiore sicurezza nelle città. "In questi anni, insieme alle comunità locali, stiamo lavorando - afferma il consigliere regionale Lia Montalti - per cercare di garantire il miglior livello di sicurezza possibile, sostenendo progetti concreti nei diversi territori. Quest'anno lo facciamo raddoppiando i fondi,  mettendo a disposizione altri 2 milioni di euro, con l’obiettivo di accrescere sempre più la sicurezza dei cittadini e delle comunità".

Sono 53 i progetti finanziati dalla Regione, dal 2014 ad oggi, che prevedono la creazione o il potenziamento di impianti di videosorveglianza nelle città, di cui 2 nella Provincia di Forlì-Cesena (Cesena e Forlì). Mentre 79 sono i progetti di controllo di vicinato sostenuti con risorse finanziarie o supporto tecnico da parte della Regione, di cui 5 a Forlì-Cesena (Cesenatico, Savignano sul Rubicone e Unione Romagna Forlivese).

2Per la nostra Provincia - sottolinea Montalti - nel 2018 è stato finanziato il progetto “Forlì SiCura” che prevede interventi di prevenzione integrata nell’area del centro cittadino, zona Portici-Cotogni-Porta S. Pietro. In particolare, viene attivato il sistema di videosorveglianza comunale con telecamere ad alta definizione e collegate mediante fibra ottica al resto del sistema di videocontrollo cittadino e alle centrali operative delle forze dell’ordine. Si realizzano inoltre interventi di rigenerazione urbana, di rafforzamento della coesione sociale con eventi finalizzati all’integrazione e la mappatura di locali adibiti a esercizi commerciali vuoti per favorire l'utilizzo temporaneo dei negozi sfitti da parte di associazioni, realtà locali e giovani artisti. Infine, vengono organizzate attività di formazione e coordinamento dei residenti, curate dal personale di Polizia locale, finalizzate a promuovere tecniche di protezione dai furti e dalle truffe".

"Diversi comuni del nostro territorio - dice Montalti - proprio in questi mesi stanno attivando progetti di controllo di vicinato, di recente Cesenatico e Savignano sul Rubicone. Oltre al Comune di Cesena che, a fine 2018, ha firmato un protocollo d’intesa con la prefettura di Forlì-Cesena per varare il progetto di “Controllo del vicinato – Occhi aperti su Cesena” che prevede la creazione di una rete di comunicazione fra il Comune, la Polizia Locale e i cittadini, con il coinvolgimento dei quartieri. Come Regione continuiamo dunque a dare il nostro contributo per garantire il miglior livello di sicurezza possibile, con una finalità ben precisa, quella della promozione e dello sviluppo della qualità di vita delle persone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento