Si riuniscono i repubblicani di San Cristoforo e di Provezza: i problemi del Quartiere Dismano ai raggi x

Con l’occasione ancora una volta sono stati esaminati i problemi della parte del Quartiere Dismano

I Repubblicani di San Cristoforo e di Provezza si sono riuniti alla presenza di Renato Lelli in vista dei prossimi congressi nazionale e regionale per nominare i delegati delle due sezioni. Con l’occasione ancora una volta sono stati esaminati i problemi della parte del Quartiere Dismano che riguardano principalmente le due frazioni, già sottoposti alla attenzione del quartiere e della amministrazione comunale, ma che non essendo risolti meritano attenzione.

Tra le problematiche da risolvere, chiarisce Lelli, quella di "mantenere in ordine il monumento ai caduti di fianco al cimitero di San Cristoforo e delimitarlo rispetto al parcheggio adiacente in quanto attualmente è un ricettacolo di immondizie". Per quanto concerne via Alba "c'è un tratto di 20 metri con un restringimento che rende difficoltoso il passaggio contemporaneo di due veicoli che si incrociano. Sarebbe opportuno eliminarlo. La Via Cà Venturelli all’inizio ed alla fine (in corrispondenza dell’incrocio con la Via Bassa e con la Via Santa Maria Nuova), ha due ponticelli privi di qualsiasi protezione laterale e quindi pericolosi e fuori norma. Sarebbe necessario dotarli di parapetti".

"La Via Provezza, oggi divenuta, per i pendolari, percorso alternativo alla Provinciale in certe ore della giornata al collegamento Pievesestina – Santa Maria Nuova, soprattutto nel tratto iniziale dalla Via San Cristoforo alla chiesa ed all’adiacente cimitero per ovvi motivi molto frequentata dalla popolazione della frazione, è stretta, sconnessa e priva di manutenzione - viene aggiunto -. Sarebbe necessario allargarla e sistemarla".

"L’incrocio tra provinciale - osserva ancora Lelli -. San Cristoforo e via Provezza è pericoloso, stretto e difficoltoso anche per il fatto che la via Provezza si innesta nella provinciale in un tratto in curva di questa. Sarebbe opportuno tombinare l’adiacente fossato in corrispondenza dell’incrocio al fine di migliorare l’incrocio stesso". Si tratta, conclude, di "problemi minori rispetto a temi più importanti che riguardano dimensioni più ampie del territorio, ma che per noi e la fetta di Comune interessata meritano attenzione e risposte. Siamo una zona ai margini del Comune ma abbiamo pari dignità con tutti gli altri cittadini di Cesena".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento