rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Politica

Si litiga a Bagno di Romagna, il sindaco: "Il buco era vero ed esistente"

"Caro Battistini, ii scrivo in qualità di Sindaco dell'Amministrazione comunale e nella Tua qualità di ex amministratore in merito a quanto appreso dai giornali e, non essendo abituato a girare intorno ai concetti, vengo subito al punto della questione"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Caro Battistini, ii scrivo in qualità di Sindaco dell'Amministrazione comunale e nella Tua qualità di ex amministratore in merito a quanto appreso dai giornali e, non essendo abituato a girare intorno ai concetti, vengo subito al punto della questione. Ritengo, innanzitutto, che le Tue siano state accuse generiche e altrettanto lesive, dirette ad una platea altrettanto generica e non identificata e quindi allusiva anche verso chi, viceversa, non ha mai utilizzato parole offensive nei Tuoi confronti, ma ha cercato di rendere pubblica una situazione di difficoltà.
 

In più, sebbene si sia ora risolta tutta la faccenda, le conseguenze dello sforamento del patto sono state concrete e oggettive, trovando riscontro nei documenti contabili. Non si è quindi trattato di un “fantomatico buco” come Tu stesso scrivi, tanto che potrebbe testimoniarlo una serie numerosa e qualificata di persone. Ed è alla necessità di rimediare a queste gravi conseguenze che si lega l'innalzamento della tassazione e altre misure di aggravio per i cittadini. Decisioni necessarie e imprescindibili, per quanto infelici, che hanno consentito di approvare un bilancio in pareggio ad ottobre 2014, quando ancora la situazione non era risolta.
 

Capisco e ho riconosciuto in più occasioni i Vostri sforzi a rimediare al problema, come vuoi Tu stesso ribadire (confermando, quindi, che effettivamente il problema esisteva, cosa che poi hanno fatto pubblicamente anche altri amministratori), ma mi pare errato che Tu o la Tua parte politica possa assumere il merito esclusivo del risultato. Su tutta questa vicenda, inoltre, confermo e ribadisco di non condividere, al di là del risultato ottenuto, la decisione di correre il rischio di incorrere in conseguenze così gravi con i soldi dei cittadini. Ti ricordo che comunque questo sforamento costa tuttora ai nostri cittadini 280.000 Euro, che pesano sul bilancio comunale.
 

D'altra parte, al coraggio di correre un simile rischio, non vedo un altrettanto coraggio ad assumersi le responsabilità delle conseguenze che tali decisioni hanno determinato. Per quanto riguarda i progetti lasciati dalla precedente amministrazione che Tu citi, il bilancio, diversamente da quanto evidenzi, non comprende la copertura delle spese per la realizzazione della palestra, finanziata solo in parte e con mutui che gravano negativamente sul patto di stabilità. Ti ricordo, infine, che per il progetto del centro storico, che è stato sbandierato a pochi giorni dalle elezioni, non era prevista alcuna copertura finanziaria. In conclusione, come sai bene, non si tratta di diffamazioni o demagogia, ma di dati che trovano riscontro nei documenti contabili, così come i dati relativi alla vicenda del patto. In ogni caso, se lo riterrai, avremo modo di chiarire queste circostanze nelle opportune sedi. L'ulteriore aspetto negativo che mi preme è che ciò rappresenterà un altro aggravio per i nostri cittadini.

Il Sindaco Marco Baccini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si litiga a Bagno di Romagna, il sindaco: "Il buco era vero ed esistente"

CesenaToday è in caricamento