Bagno, da 11 anni a scuola in un container. La Lega: "Situazione gravissima"

“L’edificio - spiega il responsabile di vallata della Lega Nord Gianni Facciani - era stato realizzato per la Protezione Civile"

Dall’8 gennaio 2006 gli alunni della scuola secondaria Manara Valgimigli fanno lezione in un container. Una situazione ben nota ai cittadini e ai genitori del Comune di Bagno di Romagna, che recentemente è salita alla ribalta delle cronache nazionali dopo la denuncia del quotidiano online "Il Fatto". “L’edificio - spiega il responsabile di vallata della Lega Nord Gianni Facciani - era stato realizzato per la Protezione Civile ma poi, a causa di cedimenti strutturali del vecchio plesso scolastico, venne adibito a sede provvisoria dell’istituto Valgimigli".

2Una soluzione temporanea secondo le parole e le intenzioni dell’ex Sindaco Spignoli che invece si è protratta fino ad oggi - continua l'esponente del Carroccio -. Con tutti i problemi che ne conseguono e che sono stati messi in luce dai protagonisti della scuola Valgimigli, ovvero dirigenti e corpo docente: condizioni precarie dal punto di vista igienico sanitario, aule anguste, problemi di aerazione, di acustica, di illuminazione che non permettono una normale attività didattica".

"Uno stato di precarietà che va sanato al più presto - attacca Facciani - è chiaro che il sindaco Marco Baccini, oltre a fare delle conferenze stampa per auto-compiacersi, ha dimenticato quelle che sono le priorità di un’amministrazione pubblica e ha preferito concentrarsi sulla propria carriera politica. Intanto la vecchia scuola cade a pezzi, gli studenti di Bagno di Romagna fanno lezione in un prefabbricato e non si ha alcuna nessuna notizia, né tantomeno alcun progetto di massima, sul futuro di questi alunni e delle prossime generazioni. Attendiamo a questo punto un suo tempestivo intervento e una chiara presa di posizione da parte di Sindaco e Unione dei Comuni. Attendere altri 11 anni perché si muova qualcuno, o qualcosa, appare eccessivo".

Il caso finisce in Regione

Il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Pompignoli, sull’onda della denuncia portata avanti dal responsabile di vallata Facciani, ha depositato in mattinata un’interrogazione con carattere di urgenza all’attenzione della Giunta Bonaccini per sapere “quali urgenti iniziative intenda assumere perché la scuola Manara Valgimigli possa essere spostata in tempi urgenti in un edificio adeguato e per quali motivi né la locale amministrazione comunale, né i vertici dell’Unione Comuni Valle Savio si siano attivati per portare il problema all’attenzione generale delle istituzioni e per trovare la strada per risolverlo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pompignoli vuole conoscere “le motivazioni concrete che hanno impedito la realizzazione di una nuova scuola come promesso nel 2006 dall’amministrazione guidata dal sindaco Lorenzo Spignoli e a chi siano da ascrivere le responsabilità di questo deplorevole ritardo. Si tratta di una situazione gravissima che non ha scusanti. Sono passati 11 anni e da allora non si è fatto nulla. Non è chiaro infatti se si ritenga maggiormente percorribile e sostenibile economicamente la strada della ristrutturazione del vecchio edificio o quella della realizzazione di una nuova struttura. Attendiamo dalla Regione e dal Comune una risposta tempestiva che faccia chiarezza sulla vicenda".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenda nel parcheggio del Bufalini, Cesena tra le prime città a sperimentare i tamponi "drive-through"

  • Cesena, Gambettola e Mercato Saraceno: un bollettino nero con altri decessi

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • San Cristoforo piange l'ultima vittima del Coronavirus: "Era socievole e attivo nel volontariato"

  • Cresce il 'focolaio' nella casa di riposo, 15 contagiati. "Guarito un agente della Polizia Locale"

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

Torna su
CesenaToday è in caricamento