Elementare di via Saffi, "La giunta dia spiegazioni ai cittadini"

"La Giunta avrebbe dovuto innanzitutto spiegare le ragioni tecnico-economiche per le quali lo storico edificio di via Saffi sia stato ritenuto irrecuperabile ai fini scolastici", afferma Axel Famiglini

Chiude la sede storica della scuola elementare "2 agosto 1849". Si tratta, afferma Axel Famiglini, segretario comunale del P.L.I. Cesenatico, di "uno di quegli eventi che lasceranno il segno nella memoria collettiva della città. Infatti l'edificio scolastico più antico e prestigioso di Cesenatico, oltre che costituire uno dei simboli più intimamente rappresentativi del nostro tessuto urbano, incarna un legame affettivo per intere generazioni le quali, nel corso dell'infanzia, hanno mosso in quella scuola i loro primi passi lungo il sentiero della vita".

"Da questo punto di vista - prosegue Famiglini - se da un lato è comprensibile che la vigente normativa in tema di materia antisismica richieda adeguati interventi per garantire la piena sicurezza di studenti e personale scolastico e che quindi un temporaneo trasferimento delle classi risulti indispensabile, dall'altro la Giunta stessa avrebbe dovuto mostrarsi più accorta nei confronti della città spiegando nelle sedi opportune a tutti i cittadini le ragioni che porteranno l'amministrazione comunale a prevedere la realizzazione di interventi strutturali sull'edificio che tuttavia non permetteranno più di riaprire la scuola di via Saffi al consueto utilizzo di studenti e docenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Aver individuato nella area dell'ex-scuola elementare di via Torino un luogo nel quale ricollocare la nuova sede della scuola di via Saffi può rappresentare una scelta condivisibile da un punto di vista generale ed organizzativo, tuttavia la Giunta avrebbe dovuto innanzitutto spiegare le ragioni tecnico-economiche per le quali lo storico edificio di via Saffi sia stato ritenuto irrecuperabile ai fini scolastici e soprattutto dove intenda reperire le risorse per affrontare i costi della costruzione di un nuovo edificio anche a fronte dell'ingente impegno finanziario rappresentato dal nuovo polo scolastico di Villamarina", conclude l'esponente del Pli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento