Savignano, l'interrogazione in consiglio comunale sblocca la querelle su via Euclide

"Si era così creato  pericolo per gli utenti che si trovavano ad imboccare via Euclide pensando fosse divenuta senso unico,  e per i residenti  della via convinti di poter circolare in entrambi i sensi di marcia"

"Mercoledì 30 settembre in consiglio comunale a Savignano c’è stato il confronto avente ad oggetto la modifica della circolazione stradale di via Euclide su spinta dell’interrogazione della Consigliera Comunale Patrizia Acini. I fatti. A fine gennaio i cittadini residenti nel quartiere Cesare si sono ritrovati improvvisamente un divieto di accesso in via Euclide provenienti da Via Resistenza  - la strada provinciale che porta in collina - senza però la conseguente apposizione della segnaletica stradale prevista dal codice della strada di “senso unico” all’estremo opposto di via Euclide". Lo afferma Patrizia Acini, consigliere della Lega.

"Si era così creato  pericolo per gli utenti che si trovavano ad imboccare via Euclide pensando fosse divenuta senso unico,  e per i residenti  della via convinti di poter circolare in entrambi i sensi di marcia perché non c’era il segnale di senso unico all’altro lato.  All’epoca era emerso che erano state raccolte 27 firme di residenti che chiedevano l’istituzione del senso unico sulla via Euclide, cosa anche legittima, anche se con modalità discutibili, ma di fatto la strada era rimasta con un divieto di accesso da una parte – con tanto di nullaosta della Provincia -  e senza la segnaletica di senso unico  dall’altra parte e anzi, con un segnale di stop all’incrocio con via Gaggio che ingenerava grande confusione.  Molto rumore e scontento nel quartiere e così 250 residenti hanno dato corso ad una petizione inviata all’Amministrazione Comunale perché contrari alla modifica della viabilità,  con richiesta di ripristino della circolazione originaria su via Euclide. Così è ancora dopo nove mesi, nonostante la petizione, nonostante le varie trattative e richieste di accesso agli atti di organismi che hanno tentato un intervento di risoluzione, per ora, per fortuna senza incidenti. Finalmente,  grazie all’interrogazione nell’ultimo consiglio comunale del 30 settembre promossa da Patrizia Acini c’è stato un confronto con Sindaco ed Assessore delegato che ha portato ad un accordo che prevede entro fine ottobre l’emanazione di ordinanza di istituzione di senso unico  con direzione via Gaggio verso via Resistenza e l’apposizione della segnaletica stradale mancante oltre al tracciamento di un percorso pedonale  e divieto di sosta su un lato della strada".

"La vicenda “Via Euclide” era diventata una vera  “querelle” tra i residenti del quartiere, al punto da spingere perfino i più pigri e disinteressati a partecipare all’assemblea cittadina promossa dalla consulta del quartiere,  per sentirsi dire direttamente dal Sindaco che finalmente a fine mese la situazione sarebbe stata normalizzata secondo legge". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Speranza chiama Bonaccini, arriva l'ufficialità: l'Emilia Romagna è zona "gialla"

Torna su
CesenaToday è in caricamento