Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Savignano, il M5S porta in consiglio comunale una mozione ed un'interrogazione

Sono stati due gli atti presentati dal Movimento 5 stelle e discussi nella seduta del Consiglio comunale a Savignano, tenutasi il 29 giugno

Sono stati due gli atti presentati dal Movimento 5 stelle e discussi nella seduta del Consiglio comunale a Savignano, tenutasi il 29 giugno.

A fare un resoconto i consiglieri Filippo Salvi e Mauro Frisoni. "Il consigliere Filippo Salvi è stato il proponente di una mozione, avente come oggetto il comparto residenziale “Belvedere”. Si tratta di un’annosa situazione, in cui si ritrovano diversi cittadini titolari di un immobile all’interno del comparto, realizzato nei pressi del colle di Castelvecchio. I residenti si trovano a vivere in una situazione molto complicata, senza la possibilità di potersi allacciare alla rete del metano, con un’illuminazione pubblica pressochè inesistente, all’interno di un contesto urbanistico che sta diventando sempre più degradato. Abbiamo chiesto, di redigere un cronoprogramma entro un mese, per rispondere ai cittadini, sui tempi di realizzazione delle opere necessarie; cittadini che, fra l’altro, su indicazione dell’amministrazione, nel febbraio del 2019, si sono associati in un consorzio privato, per far fronte alle spese". 

"Il consigliere Frisoni ha presentato un’interrogazione riguardante l’accordo di programma del Parco archeologico del Compito. L’opera si inserisce all’interno della variante per la realizzazione della bretella autostradale che va da S.Giovanni in Compito all’autostrada. Nell’accordo, approvato a marzo 2021, prima nel consiglio dell’Unione e poi in tutti i consigli comunali, si fa riferimento alla richiesta di finanziamento per 2 milioni  di euro, sulla base di un progetto redatto dalla Soprintendenza e dalla Provincia Forlì-Cesena.  A noi risulta, in base ad una lettera dell’ufficio di segreteria del Ministro Franceschini, che l’opera non è stata finanziata, come è stato riportato con decreto ministeriale risalente a gennaio 2021. L’interrogazione è’ stata l’occasione quindi, per chiedere al Sindaco come mai non abbia informato i consiglieri sul mancato ottenimento del finanziamento ministeriale, poiché a marzo, già da due mesi si sapeva della bocciatura del progetto. l sindaco ci ha rassicurati che l’iter proseguirà con variazioni all’accordo, anche se non abbiamo ben capito con quali tempi e soprattutto con quali risorse finanziarie".

"Tra le delibere al voto, si ricorda che il Movimento 5 Stelle ha votato a favore alla riduzione delle tariffe TARI, domestiche dal 4 all’8% ed extradomestiche fino al 65%. E’ un’operazione che si è resa possibile grazie al finanziamento statale ad hoc e che rappresenta una boccata di ossigeno per i privati cittadini e soprattutto per le imprese".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Savignano, il M5S porta in consiglio comunale una mozione ed un'interrogazione

CesenaToday è in caricamento