Savignano, donna aggredita e rapinata. La Lega: "Bene le telecamere, ma servono più pattuglie"

E' quanto afferma Veniero Pasolini, segretario locale della Lega, denunciando “lo stato di pericolo per chi frequenta la zona della stazione o delle poste"

"Ancora un episodio di violenza a scopo di rapina a Savignano. A questo ci hanno portato le politiche ‘buoniste’ delle amministrazioni Pd. Giustamente il sindaco Filippo Giovannini condanna l’episodio e si scusa con la vittima, ma cosa è stato fatto, in questi anni, per tenere sotto controllo il territorio?". E' quanto afferma Veniero Pasolini, segretario locale della Lega, denunciando “lo stato di pericolo per chi frequenta la zona della stazione o delle poste. Si ripetono, infatti, gli episodi di aggressione soprattutto nei confronti delle donne. Ma c’è anche lo stillicidio di furti o tentati furti ai danni di abitazioni, di esercizi commerciali e di aziende. Per non parlare delle zone cimiteriali, dove le autovetture sono sistematicamente forzate dai malfattori".

"Ci chiediamo a che punto sia quel ‘cambio di passo’ promesso in campagna elettorale - prosegue l'esponente del Carroccio -. Giovannini cita l’investimento di più di 100.000 euro nel sistema di videosorveglianza, ma che utilità hanno le telecamere in casi come quello accaduto sabato? Dovrebbero, infatti, essere supportate da un controllo visivo costante perché la loro utilità non fosse vanificata. Sul tema sicurezza, che è sempre più sentito dalla popolazione, bisogna intervenire con progetti che comprendano varie azioni: bene le telecamere, ma solo se accompagnate da una presenza maggiore di polizia municipale e forze dell’ordine e da un controllo costante delle zone considerate più a rischio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento