Mosaico dei sottosegretari, Sandro Gozi verso la riconferma nel nuovo governo

Si stringono i tempi per la nomina delle figure di completamento del nuovo esecutivo e se da una parte si ostenta calma dall'altra si tratta tra gruppi politici

Il cesenate Sandro Gozi resterà con ogni probabilità nel Governo Gentiloni, nel ruolo che già occupava nel governo Renzi, vale a dire il posto chiave dei rapporti tra Italia e Unione Europea come sottosegretario agli Affari Europei. Si stringono i tempi per la nomina delle figure di completamento del nuovo esecutivo e se da una parte si ostenta calma in quanto l’attività parlamentare riprenderà il 9 gennaio, dall’altra queste poltrone stanno causando grattacapi politici, in particolare per il fatto che il gruppo parlamentare “Ala” a cui appartiene Denis Verdini, reclama tre poltrone, mentre probabilmente ne verrà confermata solo una, quella di Enrico Zanetti, ex Scelta Civica, come sottosegretario al Ministero dell’Economia.

Più “facili” le nomine nel Pd, dal momento che si prevede una sorta di riconferma in blocco, con poche modifiche, dei sottosegretari uscenti. In questo quadro la stampa nazionale in modo concorde dà per largamente scontata la riconferma del renziano Sandro Gozi nel delicato ruolo di “ufficiale di collegamento” tra premier e vertici dell’Ue, come sottosegretario della Presidenza del Consiglio agli Affari Europei.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

Torna su
CesenaToday è in caricamento