menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Mauro, il centrodestra compatto su Nicola Rossi: a 25 anni si candida a sindaco

"Sono giovane, e mi candido alla mia prima carica pubblica, e per questo non mi pongo con verità in tasca, ma con tanta voglia di ascoltare i cittadini, dialogare con loro, e rappresentarli tutti; scriveremo assieme ai sammauresi il programma dei sammauresi"

"San Mauro DiNuovo". A 25 anni ha scelto di mettersi in gioco e a candidarsi a sindaco. Col sostegno del centrodestra, Nicola Rossi si presenterà alle prossime elezioni amministrative con una lista civica appoggiata fa Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia. "Si tratta per me di una decisione piena di significato che prendo con spirito di umiltà ma anche grande determinazione - spiega -. Ringrazio da subito la squadra che mi accompagna in questa avventura, e con cui mi propongo per amministrare la mia città. Ringrazio anche tutto il centro-destra che mi ha portato il suo supporto senza pretendere di connotare l’evento, sostenendomi per il programma e per le persone; mi onora molto la scelta di credere in me da parte di queste forze".

"Mi candido per tutti i cittadini, con un progetto aperto e inclusivo, si chiama “San Mauro Di Nuovo”, nome che ho scelto per il connubio di prospettiva sul futuro e ritorno alle tradizioni che ritengo debba connotare qualsiasi amministratore locale, nella misura in cui si fa paladino del suo territorio - afferma -. Sono giovane, e mi candido alla mia prima carica pubblica, e per questo non mi pongo con verità in tasca, ma con tanta voglia di ascoltare i cittadini, dialogare con loro, e rappresentarli tutti; scriveremo assieme ai Sammauresi il programma dei Sammauresi. I molti viaggi e le tante esperienze all’estero che ho avuto il privilegio di fare hanno allargato i miei orizzonti, ma mi hanno fatto innamorare del mio territorio, della mia casa, della Romagna e di San Mauro Pascoli".

Sono tre le "direttrici fondamentali" del programma del 25enne. Al primo punto ci sono le attività economiche, "perché l’impresa è un valore da rispettare, perché il lavoro è un valore da incentivare, dei giovani, perché un territorio che non riesce a trattenere i suoi giovani si priva automaticamente di ogni futuro, e dei meno giovani, perché la politica non può lasciarsi le persone alle spalle". Al secondo punto la sicurezza, "che spazia dai grandi episodi tristemente noti e legati al nostro distretto, fino alla violenza sporadica e al piccolo furto, la cui prevenzione è a fondamento della possibilità stessa di vivere e operare sul territorio". Infine "la vocazione del nostro territorio alla qualità e alla bellezza, in linea con le nostre tradizioni, e alla base della nostra identità. Abbandoniamo politiche e analisi legate alla mera quantità, perché non ci offriranno un futuro. Seguendo queste direttrici fondamentali terrò la porta aperta a tutti i cittadini, per cui spero di diventare negli anni a venire un compagno d’avventura che li sostenga nelle loro attività e nelle loro difficoltà, per San Mauro Pascoli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento