Ristrutturazione dell'ex Conad Abbadesse, il placet del Pd del circolo Cesuola

"Non possiamo che accogliere positivamente il semaforo verde, da parte dell’Amministrazione comunale di Cesena, al progetto di ristrutturazione dell’ex Conad di Ponte Abbadesse"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Non possiamo che accogliere positivamente il semaforo verde, da parte dell’Amministrazione comunale di Cesena, al progetto di ristrutturazione dell’ex Conad di Ponte Abbadesse.  Lo stabile, che ospita la sede del Quartiere Cesuola, da oltre 5 anni viene utilizzato solo nella metà superiore con un evidente, e crescente, stato di degrado del piano terra e del seminterrato. 
Da molto tempo, come circolo del Partito Democratico, abbiamo indicato quell’edificio come una delle priorità per il nostro quartiere, assieme al recupero della piazzetta antistante e al completamento della pista ciclabile. Azioni che l’Amministrazione, compatibilmente con le necessità di bilancio, sta progressivamente attuando dando risposta a queste istanze.
I cittadini di Ponte Abbadesse e delle località vicine meritano di poter disporre finalmente di una sede di quartiere ristrutturata e rimodernata, un vero e proprio luogo di aggregazione e di socialità a disposizione delle associazioni del territorio e dei cittadini che quasi quotidianamente si rivolgono al Quartiere per le loro esigenze sociali.
Per questo ci hanno colpito le critiche mosse, sulla stampa, dai Liberaldemocratici di Cesena. I quali, dopo oltre cinque anni di costante lavoro su questo fondamentale progetto da parte dei Consigli di quartiere succedutesi, oggi strumentalizzano politicamente questo traguardo bollandolo come semplice mossa elettorale da parte del Partito Democratico locale. 
Si tratterà invece di un intervento atteso e positivo, dal costo previsto di 500mila euro circa (arredi compresi), con un miglioramento sismico tanto nelle parti che verranno riqualificate (come l’ascensore che sarà costruito per facilitare l’accesso al secondo piano) quanto nelle pareti che saranno ricostruite adeguandole alla normativa antisismica vigente.
Vogliamo poi ricordare che l’immobile, ceduto in un primo momento a Valore Città (la società partecipata costituita dal Comune per mettere in vendita i propri immobili inutilizzati), fu riacquisito dall’Amministrazione Comunale proprio per soddisfare le richieste del Consiglio di Quartiere, che non era favorevole allo spostamento della sede presso i locali ex Hera situati alla fine di Ponte Abbadesse. Anche allora, preoccupandoci prima di tutto della nostra frazione e dei suoi cittadini, fummo concordi nel declinare l’offerta per rimanere nella storica sede, mantenendo il valore centrale della piazzetta.
Come Circolo Pd Cesuola riteniamo che sia necessario accelerare i lavori di ristrutturazione programmati, senza perdersi in polemiche. Questo non in vista di chissà quali tornaconti elettorali, ma per dare riposte positive ad un’area del nostro quartiere da troppo tempo trascurata, una zona che dopo anni di ritardi non può permettersi di perdere altro tempo. 
Noi continueremo nel nostro continuo lavoro di supporto al Quartiere nell’ottica della buona politica, così come ha detto il Santo Padre nel suo discorso ai cesenati, “a fianco dei cittadini”. Speriamo di incontrare i Liberaldemocratici ad una delle prossime assemblee che il nostro Quartiere organizza, in modo che possano pubblicamente difendere le idee che finora hanno manifestato solo in comunicati stampa.

Lorenzo Plumari - Segretario Circolo Pd Cesuola

Torna su
CesenaToday è in caricamento