Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Rincari delle tariffe dell'acqua, la Lega Nord interroga in Regione

La Lega Nord in Regione interroga la Giunta regionale per sapere quale giudizio esprima "sul fatto che un bene essenziale come l'acqua subisca dei rincari"

Rincari sulle tariffe dell’acqua del 5,5% nella provincia di Forlì-Cesena e dell'8% Rimini, con i consumatori sul piede di guerra: la Lega Nord in Regione interroga la Giunta regionale per sapere quale giudizio esprima “sul fatto che un bene essenziale come l’acqua subisca dei rincari in un momento nel quale non vi è stata una chiara e netta ripresa economica che abbia fatto superare le difficoltà della crisi corrente”.

“Una decisione a nostro avviso inopportuna e scorretta”, accusa Pompignoli che poi punta il dito contro “l’atteggiamento poco trasparente di ATERSIR che prima delibera gli aumenti e, in seguito alle polemiche, convoca il Comitato Utenti per discutere di decisioni già prese”. A non convincere il consigliere della Lega Nord Romagna è anche la motivazione avanzata dalla multiutility regionale che “a giochi fatti, parla di aumenti tariffari, di fatto inediti e unilaterali, per consentire futuri investimenti da parte dei gestori. Un atto assolutamente irresponsabile che pesca nelle tasche
dei cittadini”, attacca Pompignoli che chiede alla Giunta regionale “di fare chiarezza ed intervenire a tutela dei consumatori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rincari delle tariffe dell'acqua, la Lega Nord interroga in Regione

CesenaToday è in caricamento